A- A+
Costume
Smart working, da Edenred progetto pilota per coinvolgere 50% dei lavoratori
Un dipendente di Edenred su due sarà in smart working. È questo l’obiettivo che la società main provider di soluzioni per il secondo welfare intende raggiungere entro il 2018 nell’ambito di un progetto che vede per la prima volta l’introduzione di forme di lavoro agile in azienda. 
 
 
 
Il piano coinvolgerà i lavoratori su base volontaria fino a un massimo del 56% della popolazione aziendale e prevede 2 giornate di smart working al mese per ogni dipendente. Al termine della fase pilota, prevista per fine anno, la società deciderà se adottare o meno in maniera permanente le misure organizzative sperimentate.
 
 
 
Per favorire ulteriormente la conciliazione tra i tempi di lavoro e di vita, Edenred ha deciso di introdurre anche forme di flessibilità negli orari di entrata e uscita per i propri dipendenti.
 
 
 
Lo smart working in Italia oggi è una realtà concreta. Secondo la rilevazione dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, il numero dei lavoratori che godono di autonomia nella scelta delle modalità di lavoro in termini di luogo, orario e strumenti utilizzati è aumentato nel 2017 del 14% rispetto all’anno precedente (e del 60% rispetto al 2013).
 
 
 
“I potenziali benefici economico-sociali derivanti dall’adozione di programmi di Smart Working sono significativi - spiega Luca Palermo, Amministratore Delegato di Edenred Italia -. Il Politecnico di Milano ha stimato che  l'adozione di un modello “maturo” di lavoro agile per le imprese può produrre un incremento di produttività pari a circa il 15% per lavoratore, che a livello di sistema Paese significano 13,7 miliardi di euro di benefici complessivi. Questo progetto vuole perseguire l’adozione di una filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta di spazi, orari e strumenti da utilizzare, a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati e sulla qualità dei propri sforzi. Chi fa il nostro mestiere – ha concluso Palermo – conosce gli impatti positivi sulla motivazione delle persone derivanti dall’impiego di strumenti che favoriscono una migliore conciliazione tra vita lavorativa e privata e lo smart working è una delle modalità capaci di migliorare il rapporto tra azienda e dipendente”. 
 
 
 
Le aree aziendali coinvolte nel piano sperimentale di smart working sono diverse: si va dal Marketing alle Risorse Umane, fino a coinvolgere i reparti Finanza, Amministrazione e la Direzione Processi e Tecnologia.
Tags:
smart workingedenred
Loading...
in evidenza
Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

Lady Icardi da sogno

Wanda Nara, giungla "bollente"
Foto che lasciano a bocca aperta

i più visti
in vetrina
Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"

Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"


casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.