A- A+
Costume
Dibattito smartwork/ "Con la vendita diretta in Italia è già realtà"

Dopo la Prima giornata per lo smartwork lo scorso sei febbraio, il lavoro agile è diventato un tema all'attenzione di tutti gli italiani, non solo del Parlamento che si appresta a valutare una proposta di legge e delle aziende (ancora poche) che attualmente lo praticano. Affaritaliani.it ne ha parlato con Giovanni Paolino, Presidente di AVEDISCO, Associazione Vendite Dirette e Servizio Consumatori.

La vendita diretta è sicuramente un esempio di smartwork: quali sono i vantaggi?

"Ci sono vari vantaggi per coloro che decidono di intraprendere la carriera di incaricato alle vendite. Innanzitutto, gli orari flessibili: è possibile pianificare  autonomamente la propria giornata lavorativa, conciliando famiglia e lavoro e, soprattutto,  decidere quanto tempo dedicare all’attività. Il lavoro è poi dinamico, perché non si svolge un lavoro di routine come quello di ufficio; quest’attività permette di muoversi continuamente e avere approcci con  clienti sempre diversi. Si può lavorare in diversi luoghi - in palestra, in piscina, al bar ma soprattutto a casa propria - e si ha così la possibilità di ampliare il proprio raggio di conoscenza: costante opportunità di incontrare interlocutori nuovi, entrando in contatto con figure di diverso carattere sociale e professionale (casalinga, manager, dipendente, lavoratore autonomo) ".

Tra gli svantaggi, invece, spesso le persone indicano la loro inadeguatezza alla vendita: come intervenite su questo aspetto?

"Per far crescere professionalmente gli Incaricati,  le aziende associate AVEDISCO organizzano corsi di formazione continua e gratuita studiati ad hoc per migliorare le capacità della persona e, al tempo stesso, fornire gli strumenti utili a svolgere la propria attività. Attraverso l’offerta formativa delle Associate gli incaricati presenti, e anche quelli futuri, hanno la possibilità di acquisire gli aspetti chiave su cui far leva durante un primo approccio con un potenziale cliente, le strategie legate alla presentazione dei prodotti e le tecniche di vendita vincenti".

Giovanni Paolino   Presidente Avedisco
 

Qual è la percentuale uomini/donne tra gli addetti alla vendita diretta?

"Questa attività si rivolge sia a donne che a uomini di diverse fasce d’età e in base al comparto di riferimento si registra una concentrazione maggiore della figura femminile o maschile. Nonostante ciò, è inutile negare che la maggior parte delle Incaricate sono donne, infatti su un totale  di circa 317 mila incaricati alle vendite appartenenti alle Aziende Associate AVEDISCO, circa il 70% è rappresentato da donne".

Che influenza ha avuto la crisi sulla vendita diretta?

"Il nostro è un mercato anticiclico che riesce a ottenere grandi successi in termini di fatturato, non solo in momenti difficili come quello attuale. Infatti anche in questo periodo di crisi, continuiamo a registrare una forte crescita; a conferma di ciò i dati delle Aziende Associate AVEDISCO  riferiti ai primi nove mesi del 2013:  un fatturato di 585 milioni di euro (+3,47% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e un  valore occupazionale di 316.394 incaricati alle vendite ( +18,52% rispetto allo stesso periodo del 2012). Possiamo osservare un forte incremento del numero degli Incaricati,  con il  conseguente aumento del volume di affari, dovuto alla necessità di trovare un’occupazione da parte di un numero sempre maggiore di persone. Infatti, l’offerta di lavoro proposta dalle aziende Associate AVEDISCO,  spazia da un primo impiego mirato ai giovani in cerca di lavoro,  alla rioccupazione per i meno giovani e al classico part-time, destinato alle donne che si occupano principalmente della famiglia".

Quali sono i prodotti più venduti?

"Il comparto che registra il maggior  volume in termini di fatturato  è quello “alimentare-nutrizionale”, in cui rientrano anche gli integratori alimentari; seguono  poi il comparto “cosmesi-accessori moda”, con  prodotti per la cura della persona e articoli di profumeria  e infine il comparto “casa-beni di consumo”. Anche tutti gli altri settori merceologici  mantengono  un buon andamento sul mercato, contribuendo cosi al raggiungimento dell’ottimo fatturato registrato nei primi nove mesi del 2013".

Come vede la situazione delle aziende italiane quando si parla di smartwork? Quali gli ostacoli maggiori da superare?

"A differenza dello scenario estero, in Italia l’applicazione dello smartwork risulta essere  una tendenza ancora ben poco diffusa, sia nel settore privato che in quello pubblico. Nella maggior parte delle  aziende italiane infatti, l’attività lavorativa è ancora fortemente circoscritta al luogo fisico e non legata all’elasticità gestionale e organizzativa  tipica invece dello  smartwork. La vendita diretta rappresenta invece, un esempio concreto  dei vantaggi legati all’applicazione dello smartwork, che permette di conciliare famiglia e lavoro agevolando il raggiungimento degli propri obiettivi commerciali".

 

7.Se dovesse dare un consiglio al management delle aziende per favorire l'applicazione dello smartwork?

Gli Incaricati alla vendita sono “autonomi” e organizzano la loro giornata lavorativa con indipendenza e flessibilità nella scelta degli spazi e degli orari di lavoro. Le aziende devono avere la capacita di incentivare e motivare costantemente  gli incaricati e il loro lavoro, a prescindere dal luogo in cui lo svolgono.

Tags:
smartworkaziendelavoroflessibile
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.