A- A+
Costume
Calabria da scoprire: appuntamento a Trebisacce

Dopo il successo alla Bit di Milano, i giornalisti esperti di turismo scelgono di visitare Trebisacce per promuoverla a livello nazionale e internazionale.

Al via l’educational organizzato dal Comune di Trebisacce guidato dal sindaco Franco Mundo in partenariato con la rivista di turismo e cultura del Mediterraneo Spiagge, diretta da Carmen Mancarella (www.mediterraneantourism.it). A collaborare per tutti gli aspetti organizzativi è stato il giornalista Pinuccio Larocca, un decano del giornalismo in Calabria e punto di riferimento per il territorio.

Arriveranno a Trebisacce giornalisti in rappresentanza dell’Ufficio Stampa del Ministero dei Beni Culturali, Affaritaliani.it con il direttore Angelo Maria Perrino, eurocomunicazione.com (un sito specializzato in finanziamenti comunitari), Porto e diporto Napoli, Voyager, touristica.com (un sito internazionale edito in Canada), Mondointasca.org, corrieredellinformazione.it, vinieco.it, Plein Air, primacomunicazione.it, Bell’Italia, In Viaggio e Marco Polo.

“Siamo lieti di far vedere ai giornalisti quanto sia bello il nostro territorio”. dice il sindaco Franco Mundo, “Alla Bit di Milano, dove la giornalista Carmen Mancarella ha organizzato per noi una conferenza stampa, abbiamo avuto un’accoglienza calorosa. Ora facciamo vedere dal vivo la nostra terra e siamo convinti che il nostro mare, le nostre tradizioni, la nostra cultura e la nostra cucina affascineranno i giornalisti i quali, se si troveranno bene, ritorneranno ancora con altri amici”.

I giornalisti saranno ospitati per tutto il week end dal resort OTIUM, un resort sul mare a Villapiana Scalo, circondato da una lussureggiante pineta con una grande piscina e una spiaggia sabbiosa profonda e lunghissima dal mare limpido e cristallino (www.otiumclub.com). Visiteranno il centro storico di Trebisacce, la spiaggia e la riserva naturale di Torre di Albidona, che ricade nel Comune di Trebisacce e che è stata da poco istituita.

Faranno poi l’esperienza di raccogliere le arance di Trebisacce, conosciute in tutto il mondo come il BIONDO DI TREBISACCE, un’arancia bionda che matura tardivamente e che arriva bella fresca sulle tavole degli italiani anche in giugno.

Faranno anche l’esperienza di fare un bagno nel mare limpido di Trebisacce e potranno ammirare le campagne a terrazza sul mare dall’agriturismo Torre di Albidona dove saranno ospitati domenica. Sosta anche nel sito archeologico del BROGLIO dove gli archeologi hanno ricostruito le capanne degli uomini primitivi e da dove si gode di una vista mozzafiato sulla piana di SIBARI.

Tutto è pronto per far apprezzare al meglio storia, natura e bellezze paesaggistiche di Trebisacce e del territorio che lo circonda.

Tags:
trebisacce calabria viaggioviaggio calabria cosa vederecalabria trebisacce itinerario
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.