A- A+
Costume

Luxury e LGBT: queste due promettenti nicchie del turismo valgono rispettivamente quasi 300 miliardi di euro per il Luxury e circa 200 per il Turismo LGBT. Le survey complete saranno presentate nel corso di Bit 2017.

Bit 2017, che si terrà a fieramilanocity da domenica 2 a martedì 4 aprile prossimi, si delinea sempre più nella sua nuova veste di osservatorio e piattaforma di condivisione delle conoscenze per la crescita dell’industria turistica.

In occasione della presentazione dei dettagli della manifestazione in un’affollata conferenza stampa nell’autorevole cornice di Palazzo Marino, sono stati anticipati in anteprima esclusiva i risultati salienti di due ricerche, promosse dalla Borsa Internazionale del Turismo e dirette da Magda Antonioli Corigliano, direttore del Master in Economia del Turismo dell’Università Bocconi di Milano su due dei segmenti al momento più interessanti, il Luxury e il Turismo LGBT.

Il Luxury non conosce crisi La ricerca Il Turismo di Lusso, realizzata dalla professoressa Antonioli Corigliano e Sara Bricchi, è partita dall’analisi dell’evoluzione del concetto di lusso – sempre meno legato a beni materiali e sempre più alle esperienze – per delineare le sfide poste all’industria turistica da esigenze come esclusività, personalizzazione e segmentazione del mercato, ma anche le opportunità che ne derivano.

Bit 2017: mete, temi e momenti strategici per fare business e conoscenza

Finalmente delineati anche gli ultimi dettagli della nuova Bit 2017, a fieramilanocity da domenica 2 a martedì 4 aprile prossimi, che si pone il duplice obiettivo di fare business, e anche dettare le tendenze e fare sistema tra attori della filiera. Da un lato con il rinnovato layout, dall’altro con la ricca offerta convegnistica.

Nell’area espositiva – organizzata nelle 4 sezioni Leisure, Luxury, MICE e Sport – a una rassegna completa del prodotto Italia, che spazia dai singoli comuni ai consorzi, dalle comunità montane alle Regioni, si affiancano destinazioni estere dalle più gettonate alle più originali. Tra le mete che operatori e visitatori potranno scoprire spiccano Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Sardegna o Veneto dall’Italia; dall’estero Paesi quali Canada, Costa Rica, Sri Lanka o Uganda oltre alle presenze ufficiali come Visit USA per gli Stati Uniti o gli Enti del Turismo di Cambogia, Cina, Cipro, Cuba, Egitto, Giappone, Iran, Marocco, Seychelles, Thailandia. Ma non solo.

Bit 2017 ospiterà anche un’area dedicata a una delle nicchie più promettenti del travel, il turismo LGBT, organizzata in collaborazione con Sonders & Beach e che riceverà il patrocinio di ILGTA - International Gay & Lesbian Travel Association. Infine, a conferma dei legami sempre più stretti tra turismo e cultura, un’importante novità sarà che i visitatori di MiArt – la fiera dell’arte che si tiene in contemporanea a fieramilanocity dal 31 marzo al 2 aprile – con lo stesso biglietto potranno visitare gratuitamente anche Bit domenica 2 aprile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
turismo luxuryturismo lgbtbit milanoturismo fiera milano
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.