A- A+
Cronache

Dopo la tempesta di Natale è in arrivo una nuova perturbazione accompagnata da moderato peggioramento del tempo: avremo quindi nuove piogge, ma meno intense e meno diffuse rispetto ai giorni scorsi. In particolare la pioggia raggiungerà sabato il Nordovest e poi il Nordest e le regioni tirreniche. Tornerà anche la neve sulle Alpi al di sopra di 700-1000 metri. Temperature piuttosto miti, specie sul versante adriatico e al Sud. Temperature in calo con massime previste fino a 8 gradi. Bel tempo invece al sud, dove invece le temperature saranno in leggero aumento con le massime previste fino a 15 gradi.

UN MORTO IN PIEMONTE, SCIAVA FUORIPISTA- E' stato ritrovato morto poco prima delle due dal Soccorso Alpino di Cesana-Claviere il ragazzino travolto dalla valanga. Si chiamava Roberto Capitanio, era della classe 1998. L'incidente é avvenuto in quota, a circa 2500 metri d'altezza. Il Colletto Verde é lo spartiacque tra le aree sciistiche francesi e italiane, dividendo Monginevro dalla Val Gimont. É una zona molto frequentata, il punto di passaggio per raggiungere il Rifugio Gimont. Zona però molto pericolosa in questi giorni, soprattutto per il vento forte, coni canaloni che hanno accumulato masse di neve: "Una vera bomba di neve - spiegano dal Soccorso Alpino di Cesana - che poteva scoppiare in ogni momento". A dare l'allarme é stato un signore che sciava con il giovane e che ora è stato denunciato per "valanga colposa". La vittima scendeva fuoripista, a distanza di oltre 200 metri dalla pista regolare. Sui fatti indaga la polizia

PAURA A GENOVA - Nuova frana a Genova. Alle 4;30 è crollato un muro di contenimento, indebolito dalle infiltrazioni e dal peso della terra fradicia per le forti piogge. Il crollo è avvenuto a ridosso di due edifici che i vigili del fuoco hanno fatto evacuare, 24 le famiglie sfollate. Secondo i primi accertamenti, gli edifici non avrebbero subito danni strutturali. I civici evacuati sono l’1 e il 3. Nel primo i residenti hanno avuto il via libera per rientrare, nel secondo sono ancora in corso accertamenti. Intanto, nella notte, un nuovo movimento di terra si è verificato in salita San Cipriano, teatro dei primi sgomberi a Genova il giorno di Santo Stefano. Anche lì i tecnici sono al lavoro per accertare l’entità dei danni.

STRAGE IN MONTAGNA - Il pericolo maggiore rimangono, in queste ore, le valanghe. Dopo le sei vittime registrate da Natale a oggi, due sciatori sono morti dopo essere stati travolti da una slavina a Pila (Aosta) in Val d'Aosta. Entrambi erano fuoripista. Secondo quanto si è appreso dai soccorritori, le vittime sarebbero entrambe liguri, di circa 30 anni, residenti nella zona del Tigullio. Questa mattina un'altra valanga in Valtellina ha travolto uno sciatore 33enne che si trovava su una motoslitta e fuoripista sui monti di Malghera a Grosio (Sondrio). I soccorritori sono riusciti ad estrarre l'uomo che ora è ricoverato in prognosi riservata.

MASSIMO PERICOLO PER LE VALANGHE - E sale quindi l'allerta, che ha raggiunto livello 4 su una scala che arriva fino a 5. Le istituzioni hanno invitato gli sciatori a non effettuare fuoripista per evitare la minaccia delle slavine. Nei prossimi giorni il manto nevoso subirà un lento e graduale assestamento. Tuttavia per la presenza di diffusi accumuli da vento, non si esclude la possibilità di distacco di valanghe a lastroni già al passaggio del singolo sciatore, in particolare alle quote più elevate. Il bilancio del maltempo da Natale a oggi è tragico: sono 6 gli sciatori morti sull'arco alpino per valanghe in Francia (Alta Savoia), Svizzera (St. Moritz e nel cantone dell'Uri), in Valle d'Aosta (Chamois) e in Piemonte.

LE PREVISIONI - Il 2013 si avvia alla conclusione sotto la pioggia al Centrosud. "La perturbazione giunta al Nord sposta ora il proprio raggio d'azione verso le regioni centro meridionali, con piogge e rovesci che nella giornata di lunedi' bagneranno soprattutto Campania, Calabria, Sicilia, ma anche Lazio, Molise, Abruzzo e Marche", annuncia il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che aggiunge: "Sul basso versante adriatico e ionico il peggioramento sara' piu' graduale e significativo soprattutto per San Silvestro, mentre qualche residua pioggia potra' interessare Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Sardegna ma con prospettive di miglioramento. Torna il bel tempo, invece, al Nord".

"La notte del veglione sara' in prevalenza asciutta al Centronord - prosegue l'esperto - pur con nuvolosita' insistente sui versanti adriatici, a tratti anche Umbria e Lazio, mentre su Nordovest e Sardegna la nuvolosita' sara' in aumento per l'avanguardia di una nuova perturbazione, ma senza precipitazioni se non localizzate su Alpi occidentali e Liguria". Piogge sparse potranno invece ancora penalizzare le regioni meridionali, specie tra Sicilia, Calabria, Basilicata e Salento. "Per Capodanno attendiamo tempo estremamente variabile - concludono da 3bmeteo.com - con nubi e ancora qualche pioggia al Sud, un po' di nuvolosita' al Centro ma senza fenomeni. Per quanto riguarda il Nord torneranno nubi e piogge sparse sulla Liguria, verso fine giornata anche su Pianura Padana e Toscana; bello prevalente su Alpi e Prealpi". Si conferma cosi' una fase meteo molto dinamica, con venti atlantici prevalenti anche nei primi giorni di gennaio, quando transiteranno sull'Italia nuove perturbazioni con piogge in pianura e nevicate in montagna. Il clima non sara' particolarmente freddo anzi, con temperature a tratti anche sopra le medie del periodo; il vero freddo e' ancora lontano. (AGI) Ros 291332 DIC 13 NNNN

Tags:
mortimaltemponeve
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.