A- A+
Cronache

 

 

Il nuovo ceppo dell'influenza aviaria, che ha già ucciso 24 persone in Cina, costituisce una "minaccia grave" per l'uomo che va presa "molto seriamente": lo dice un responsabile dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo cui l'H7N9 è "uno dei virus letali". "L'Oms considera questa una minaccia grave", ha detto da Londra John McCauley, direttore di un centro di ricerca che lavora per l'agenzia Onu

Già ad aprile erano salite a 13 le morti per il nuovo ceppo H7N9. Due nuovi casi di decesso sono stati individuati nell'Henan, ovvero piu' a ovest dell'area finora interessata dal contagio e altri quattro casi di contagio sono stati riscontrati a Zhejiang, due nella provincia di Jiangsu e 3 a Shangai, portando i casi di contagio a 60.

Da qualche mese il contagio era arrivato a Pechino dove recentemente era stata ricoverata una bimba di 7 anni. Finora solo un bimbo di 4 anni, colpito peraltro in forma lieve, e' riuscito a recuperare, ma non c'e' mai stato un caso di contagio da uomo-a-uomo.

Tags:
allarmeomsaviaria
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.