A- A+
Cronache
Alluvioni e frane, Marche in ginocchio. Renzi: "Governo presente". Video

"Sicuramente ci sara' anche un impegno da parte del governo". Lo assicura il premier Matteo Renzi da Senigallia dove e' andato in visita per un sopralluogo delle zone alluvionate. "Ci sara' un censimento dei danni - ha spiegato Renzi a Skytg24 - si seguira' il metodo gia' sperimentato. E' prematuro ora soffermarsi sul quanto". "Prima faremo il censimento dei danni - ha spiegato Renzi da Senigallia - poi, compatibilmente con le difficolta' che abbiamo nei vari territori" sui fondi "ci sara' l'impegno anche da parte del governo". Il premier ha precisato che il governo seguira' "il metodo di lavoro gia' sperimentato con Protezione civile e Palazzo chigi".

Vigili del fuoco, a Senigallia situazione resta critica - Proseguono senza sosta le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco per la situazione di emergenza dovuta al maltempo nelle Marche. Centinaia gli interventi da ieri per allagamenti, frane e smottamenti, evacuazioni di edifici pubblici e privati, soccorso ad automobilisti rimasti bloccati. In azione due elicotteri dei vigili del fuoco dei nuclei di Pescara e Bologna, che hanno effettuato decine di recuperi di persone bloccate sui tetti delle abitazioni e nelle vetture semi sommerse dalle acque. La situazione resta critica al momento soprattutto nella zona di Senigallia, dove sta operando da ieri un dispositivo di soccorso formato da oltre 200 vigili del fuoco, con sezioni operative giunte dai comandi di Toscana, Emilia Romagna e Abruzzo, squadre di soccorritori acquatici dai comandi di Venezia e Ravenna e squadre da altri comandi provinciali delle Marche.Oltre 50 gli automezzi di soccorso impiegati, con 4 anfibi e 10 battelli pneumatici. Per risolvere immediatamente i gravi danni subiti dalla sede dei vigili del fuoco di Senigallia e ripristinarne la completa e indispensabile piena operativita', il capo del dipartimento prefetto Alberto Di Pace, d'intesa con il ministro dell'Interno Angelino Alfano, ha inviato sul posto il direttore centrale per le risorse logistiche ing. Dante Pellicano. Malgrado i danni, il soccorso dei vigili del fuoco, coordinato dal direttore regionale Giorgio Alocci, non ha subito rallentamenti grazie alla mantenuta funzionalita' della sala operativa e l'immediata attivazione di un'unita comando locale posizionata all'uscita del casello autostradale, che rappresenta la zona piu' colpita dall'alluvione.

Sindaco Senigallia, siamo citta' forte e ci rialzeremo - "Tutti insieme ce la faremo e rialzeremo la testa". Cosi' il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, al termine dell'incontro in comune con il premier Matteo Renzi. Dopo un sopralluogo con il capo della protezione civile, Franco Gabrielli, nella sala consiliare di Piazza Roma, gli amministratori si sono confrontati su come procedere dopo l'alluvione. "Dico grazie al presidente del consiglio per la grande sensibilita' istituzionale - ha detto Mangialardi-. La nostra citta' e' forte. Insieme ce la faremo e ci rialzeremo piu' forti di prima". Il sindaco ha voluto precisare che l'alluvione che ha colpito ieri Senigallia e le sue frazioni, facendo due vittime, "e' stato un evento imprevedibile". Una sottolineatura che punta a spazzare via le polemiche circolate fin dalla giornata di ieri sui social network. Molti cittadini infatti hanno lamentato, sui profili facebook del sindaco e degli assessori comunali, il mancato avviso dello stato di allerta diramato per Senigallia e per il fiume Misa in particolare. Mangialardi si e' poi di nuovo concentrato sul vertice con Renzi. "Con questo incontro - ha spiegato - abbiamo portato all'attenzione del governo la richiesta avanzata da Senigallia per il riconoscimento urgente dello stato di calamita'". Da parte sua, l'assessore comunale Gennaro Campanile ha spiegato che e' una richiesta "che il premier Renzi ha assicurato verra' portata al primo consiglio dei ministri". "E' stata anche riconosciuta l'importanza strategica per l'economia cittadina del turismo - ha aggiunto -, che non puo' essere compromesso da questa calamita'". Per sabato prossimo e' annunciata la visita a Senigallia del ministro delle Politiche agricole e forestali, Maurizio Martina, accompagnato dai parlamentari marchigiani per una prima ricognizione sullo stato dei danni.

Urbino, dopo frana 9 persone isolate in case agricole- A Urbino da ore non piove piu', ma come si temeva, sono in corso varie frane provocate dalle violentissime piogge di ieri. Sta quindi proseguendo il monitoraggio del territorio. Tra le frazioni di Pieve di Cagna e Gadana, per frana lungo la strada, un gruppo di case agricole sono rimaste isolate. In totale ci sono bloccate 9 persone, fra le quali un minore: stanno tutte bene e sono in contatto con l'amministrazione comunale, la prefettura e i vigili del fuoco. Al momento hanno espresso desiderio di rimanere nelle loro abitazioni. I tecnici del comune sono impegnati in sopralluoghi e rimangono in stato di reperibilita'.

Tags:
alluvionemarche
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.