ASCOLTA ALLE 11.30 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio




 

2013-09-25T08:08:29.847+02:002013-09-25T08:08:00+02:00truetrue956116falsefalse4Cronache/cronache413011749572013-09-25T08:08:29.893+02:009572013-09-26T10:03:20.697+02:000/cronache/arriva-influenza-italiani-non-sanno-curarsi250913false2013-09-25T10:04:43.717+02:00301174it-IT102013-09-25T08:08:00"] }
A- A+
Cronache


Il brusco e repentino cambio di temperature che ha caratterizzato questo periodo ha rafforzato i virus parainfluenzali che hanno anticipano la stagione influenzale vera e propria. A letto già 60 mila italiani. I sintomi sono gli stessi dell'influenza "classica": febbre, dolori articolari, spossatezza, a volte raffreddore e tosse, e le uniche terapie sono i farmaci sintomatici, in grado appunto di lenire i sintomi e abbassare la febbre

A partire dalla fine di novembre in poi ogni momento e' buono per preparare termometri e fazzoletti. E' infatti in arrivo la prossima stagione influenzale che vede gli Italiani dividersi in tre categorie di approccio all'influenza: i "razionali", gli "ansiosi" e i "tranquilli". E' quanto emerge da una indagine condotta su un campione di italiani tra i 18 e i 64 anni commissionata da Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione). "Razionali" possono essere considerati quasi 4 italiani su 7 che per curare l'influenza si affidano principalmente ai farmaci da banco (54%) ma anche ai vecchi rimedi della nonna (39%) o cercano di riguardarsi di piu' restando in casa.

Per questa categoria, il medico (49%) e il farmacista (31%) sono i principali referenti per ottenere informazioni utili in caso di influenza. Gli "ansiosi" invece rappresentano quasi il 17% del campione, quasi uno su cinque. Sono in maggioranza donne tra i 35 e i 44 anni che pur di non fermarsi di fronte all'influenza, cercano soluzioni su internet o ricorrono addirittura agli antibiotici (35%) senza consultarsi con il medico. Non mettono in atto nessuna strategia e aspettano che il malessere passi da solo, infine, oltre 4 italiani su 10, i "tranquilli", soprattutto uomini tra i 45 e 54 anni che non fanno nulla per curare l'influenza, non hanno particolari preoccupazioni e si affidano al massimo al consiglio di parenti/amici (13%).

Ma quali sono le raccomandazioni degli esperti? "Salvo diversa valutazione del medico che puo' prescrivere farmaci per i soggetti piu' a rischio (ad esempio antivirali)" - dichiara il Prof. Fabrizio Pregliasco, Ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell'Universita' degli Studi di Milano - "per la stragrande maggioranza dei casi, i farmaci di automedicazione sono il pilastro principale del trattamento delle sindromi influenzali e parainfluenzali. Determinante e' mettere in atto una automedicazione responsabile ovvero utilizzare questi farmaci per attenuare i sintomi, seguire l'andamento della malattia e consultare il medico se le cose non migliorano dopo 4-5 giorni.

ASCOLTA ALLE 11.30 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio




 

Tags:
influenzaarrivaitalianimedicine
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.