ASCOLTA ALLE 11.30 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio




 

2013-09-25T08:08:29.847+02:002013-09-25T08:08:00+02:00truetrue956116falsefalse4Cronache/cronache413011749572013-09-25T08:08:29.893+02:009572013-09-26T10:03:20.697+02:000/cronache/arriva-influenza-italiani-non-sanno-curarsi250913false2013-09-25T10:04:43.717+02:00301174it-IT102013-09-25T08:08:00"] }
A- A+
Cronache


Il brusco e repentino cambio di temperature che ha caratterizzato questo periodo ha rafforzato i virus parainfluenzali che hanno anticipano la stagione influenzale vera e propria. A letto già 60 mila italiani. I sintomi sono gli stessi dell'influenza "classica": febbre, dolori articolari, spossatezza, a volte raffreddore e tosse, e le uniche terapie sono i farmaci sintomatici, in grado appunto di lenire i sintomi e abbassare la febbre

A partire dalla fine di novembre in poi ogni momento e' buono per preparare termometri e fazzoletti. E' infatti in arrivo la prossima stagione influenzale che vede gli Italiani dividersi in tre categorie di approccio all'influenza: i "razionali", gli "ansiosi" e i "tranquilli". E' quanto emerge da una indagine condotta su un campione di italiani tra i 18 e i 64 anni commissionata da Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione). "Razionali" possono essere considerati quasi 4 italiani su 7 che per curare l'influenza si affidano principalmente ai farmaci da banco (54%) ma anche ai vecchi rimedi della nonna (39%) o cercano di riguardarsi di piu' restando in casa.

Per questa categoria, il medico (49%) e il farmacista (31%) sono i principali referenti per ottenere informazioni utili in caso di influenza. Gli "ansiosi" invece rappresentano quasi il 17% del campione, quasi uno su cinque. Sono in maggioranza donne tra i 35 e i 44 anni che pur di non fermarsi di fronte all'influenza, cercano soluzioni su internet o ricorrono addirittura agli antibiotici (35%) senza consultarsi con il medico. Non mettono in atto nessuna strategia e aspettano che il malessere passi da solo, infine, oltre 4 italiani su 10, i "tranquilli", soprattutto uomini tra i 45 e 54 anni che non fanno nulla per curare l'influenza, non hanno particolari preoccupazioni e si affidano al massimo al consiglio di parenti/amici (13%).

Ma quali sono le raccomandazioni degli esperti? "Salvo diversa valutazione del medico che puo' prescrivere farmaci per i soggetti piu' a rischio (ad esempio antivirali)" - dichiara il Prof. Fabrizio Pregliasco, Ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell'Universita' degli Studi di Milano - "per la stragrande maggioranza dei casi, i farmaci di automedicazione sono il pilastro principale del trattamento delle sindromi influenzali e parainfluenzali. Determinante e' mettere in atto una automedicazione responsabile ovvero utilizzare questi farmaci per attenuare i sintomi, seguire l'andamento della malattia e consultare il medico se le cose non migliorano dopo 4-5 giorni.

ASCOLTA ALLE 11.30 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio




 

Tags:
influenzaarrivaitalianimedicine
in evidenza
Nargi, che sirena al tramonto L'ex velina infiamma Instagram

Un'estate bollente- FOTO

Nargi, che sirena al tramonto
L'ex velina infiamma Instagram


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.