A- A+
Cronache
Assenteismo in Prefettura, 5 indagati. Il cartellino? Lo timbravano i colleghi

Cinque impiegati della prefettura di Bologna, tre donne e due uomini, tra cui tre funzionari del settore economico finanziario, sono indagati per truffa ai danni dello Stato. Secondo le indagini di Procura e Squadra mobile si assentavano durante l'orario di lavoro, facendo timbrare il loro cartellino a colleghi, oppure sparivano dopo averlo timbrato. Ai cinque - riferisce il 'Corriere di Bologna' - sono stati inviati avvisi di fine indagine dal Pm, Morena Plazzi.

Sarebbero, nell'ipotesi di accusa, decine i casi di assenteismo tra febbraio e giugno 2013, cioè giornate di servizio pagate ma non lavorate o lavorate solo in parte. Gli investigatori, partiti da una segnalazione, hanno incrociato gli orari registrati dal dispositivo elettronico delle entrate e delle uscite dalla sede della prefettura con le chiamate partite e ricevute dai cellulari dei cinque, che agganciavano celle distanti dagli uffici.

Tags:
prefetturaassenteismo
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.