A- A+
Cronache

La sedicenne coinvolta nello scandalo delle baby prostitute dei Parioli è stata iscritta nel registro degli indagati. E’ quanto emerge dall’ordinanza del Gip. La ragazza è indagata  "per aver indotto alla prostituzione la sua amica", oggi quindicenne. Il coinvolgimento della sedicenne emerge dall'ordinanza di custodia eseguita oggi nei confronti del pusher Mirko Ienni e di un imprenditore, coinvolti nell'inchiesta.

Nell'inchiesta della procura di Roma sulle baby-prostitute spunta anche la droga. I carabinieri del nucleo investigativo hanno arrestato i due pusher che avrebbero fornito sostanze stupefacenti alle due studentesse. Erano state le stesse liceali ad ammettere agli investigatori di aver fatto uso di cocaina con i loro clienti e di averla ceduta, in alcuni casi, a coetanei. Nei guai e' nuovamente finito Mirko Ieni, gia' arrestato nei giorni scorsi assieme alla mamma di una delle due baby-squillo, a un cliente e a tre organizzatori del 'giro'.

Tags:
baby squillosedicenneindagataprostituzione
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.