A- A+
Cronache
Secessionisti veneti, 24 arresti. "Carichiamo i candelotti di dinamite"

Blitz dei carabinieri del Ros, in diverse regioni italiane, contro "un gruppo riconducibile a diverse sigle di ideologia secessionista, che aveva progettato varie iniziative, anche violente, finalizzate a sollecitare l'indipendenza del Veneto e di altre parti del territorio nazionale dallo Stato italiano". Ventiquattro le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Brescia su richiesta della procura con le accuse di "associazione con finalita' di terrorismo ed eversione dell'ordine democratico e fabbricazione e detenzione di armi da guerra". Tra le iniziative in cantiere, la costruzione di un carro armato, ormai quasi ultimato, "da utilizzare per compiere un'azione eclatante a Venezia in piazza San Marco". Tra gli arrestati, anche il leader dei Forconi, Lucio Chiavegato, l'ex parlamentare della Lega, Franco Rocchetta, fondatore della Liga Veneta e tra i promotori del referendum per la secessione del Veneto, e due degli ex "Serenissimi", protagonisti del bliz del "Tanko" a San Marco del '97, Luigi Faccia e Flavio Contin.

Secondo gli inquirenti, che escludono "con certezza" l'esistenza di "elementi di collegamento con la Lega Nord", i secessionisti avevano costituito una "Alleanza" eversiva, comprendente vari movimenti che aveva "imminente un'iniziativa eclatante", da "collocarsi in prossimita' delle europee". Accertate riunioni segrete in case, aziende e ristoranti di proprieta' degli arrestati e una fitta attivita' di reperimento di finanziamenti, oltre che l'utilizzo di cellulari "dedicati". E documentati contatti con la criminalita' albanese per reperire armi.

"Nel programma - scrive il Gip del Tribunale di Brescia nell'ordinanza di custodia - si afferma "la necessita' di uso della violenza, al fine di provocare e guidare in armi una rivolta popolare, per giungere alla proclamazione della Repubblica veneta". "Solo noi altri possiamo cambiare la storia..", diceva al telefono uno degli indagati; "E' arrivato il momento di combattere", assicurava un altro. "Parte essenziale del progetto - conclude il Gip - sono pulsioni xenofobe e antimeridionali, e diffusissima e' la rancorosa rabbia per l'imposizione fiscale o per le difficolta' economiche, imputate alla classe politica 'marcia'".

Se il presidente del consiglio Renzi si limita a dichiarare di avere "fiducia nella magistratura" e non commenta quindi l'inchiesta, e' dalla Lega Nord che arrivano critiche e annunci di mobilitazioni. "Domenica prossima a Verona alle ore 18 manifestazione della Lega per protestare contro gli arresti e l'indagine anti indipendentista. Pacificamente liberi. Lo Stato libera mafiosi e clandestini, e processa le idee", commenta subito il segretario Matteo Salvini. "Siamo alla follia. Se lo Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia".

Il tempismo dell'inchiesta "fa pensare", gli fa eco il presidente del Veneto, Luca Zaia, che sottolinea come l'azione della magistratura arrivi in "un momento cruciale come questo", in cui "si apre una nuova pagina della storia del Veneto". "Invitiamo i veneti e tutti coloro che non sopportano piu' l'insostenibile vessazione dello Stato centrale a esporre la bandiera di San Marco dalle loro abitazioni, per far sentire la loro vicinanza ai veneti e ai lombardi ingiustamente incarcerati". E' l'appello di Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord a palazzo Madama.

Tags:
blitzsecessionisti
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Pomeriggio rovente a Milano Dayane Mello bacia Dana Saber Ecco chi è la misteriosa modella

Pomeriggio rovente a Milano
Dayane Mello bacia Dana Saber
Ecco chi è la misteriosa modella





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.