A- A+
Cronache
Camorra/ Arrestato il boss Lo Russo jr, era latitante a Nizza

I carabinieri a Nizza hanno arrestato Antonio Lo Russo, figlio del boss Salvatore, ora collaboratore di giustizia. Antonio Lo Russo era latitante nel maggio 2010 quando era sfuggito alla notifica di una misura restrittiva per associazione a delinquere di stampo mafioso. Arrestato con lui, anche Carlo Davide Lo Russo, figlio di Giuseppe. Antonio Lo Russo era stato al centro anche di un caso di cronaca, fotografato a bordo campo nello stadio San Paolo durante l'incontro di calcio Napoli-Parma il 10 aprile 2010, poco prima di entrare in latitanza.

L'arresto e' stato operato unitamente alla Gendarmeria francese. Antonio Lo Russo, 33 anni, latitante dal maggio del 2010, e' stato condannato, dopo un giudizio abbreviato, alla pena di 20 anni di reclusione. Era inserito nella lista dei latitanti pericolosi ed e' stato preso insieme al cugino Carlo, alias Lelle', 24 anni, latitante dal 10 marzo 2014 per il tentato omicidio di Giovanni Lista. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa alle 10.30 di domani presso la Procura di Napoli.

Tags:
camorrabosslatitante
in evidenza
Silvio chiede che Mattarella lasci? Risentita reazione del Presidente

Ironia del Web

Silvio chiede che Mattarella lasci?
Risentita reazione del Presidente


in vetrina
UNIQLO porta lo stile francese nel mondo con Ines de la Fressange

UNIQLO porta lo stile francese nel mondo con Ines de la Fressange





casa, immobiliare
motori
Vandoorne è Campione del Mondo del Campionato ABB FIA Formula E

Vandoorne è Campione del Mondo del Campionato ABB FIA Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.