A- A+
Cronache
Camorra, Setola trasferito in località protetta

Il capo dell'ala stragista dei Casalesi, Giuseppe Setola, e' stato trasferito in localita' protetta. A confermarlo e' stato lui stesso durante il processo per l'omicidio Noviello in corso a Santa Maria Capua Vetere: "Sono stato trasferito in localita' protetta e confermo la nomina come mio difensore di Rachele Merola".

Roberti (Dna), Setola? Resta ergastolano non pentito - Finora "non ha dato prova di resipiscenza, dica quello che sa e noi riscontreremo e valuteremo". Cosi' il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, in merito alle dichiarazioni rese da Giuseppe Setola, capo dell'ala stragista del clan dei Casalesi. "Resta un camorrista, assassino, condannato a piu' ergastoli e detenuto al 41 bis", aggiunge, spiegando che "non e' il caso di parlare di pentimento", in quanto c'e' "un principio di dichiarazioni la cui portata deve essere valutata e riscontrata". Per Roberti si tratta di capire se Setola ha scelto di collaborare "per lo scopo che la legge consente e che e' uno scopo opportunistico". Finora "la collaborazione non ha nulla di pentimento in senso morale, se non rarissimamente".

Tags:
camorrasetola
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.