A- A+
Cronache

 

 

 

Un uomo di 30 anni, originario del Ghana ed ospite del Cara di Bari, è stato fermato e poi rilasciato in serata nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Caterina Susca, di 60 anni, trovata morta nella sua abitazione di Torre a Mare, con una busta di plastica infilata sulla testa e legata con un foulard ad una gamba di un tavolo.

Lo straniero era stato rintracciato dagli agenti della squadra mobile poco dopo il ritrovamento del corpo, grazie anche a una fotografia scattata dai vicini di casa della donna uccisa, che lo avevano visto allontanarsi in tutta fretta dal complesso residenziale dove è avvenuto l'omicidio. L'uomo è stato interrogato nella notte in Questura e avrebbe solo ammesso di essere stato nella zona.

Gli investigatori stanno ancora vagliando gli indizi e le prove raccolte nell'abitazione della donna, una casalinga madre di due figli e sposata con un agente assicurativo.

Tags:
casalinguccisaincaprettatabari
in evidenza
Meteo, un vero colpo di scena Torna l'anticiclone delle Azzorre

Un evento storico...

Meteo, un vero colpo di scena
Torna l'anticiclone delle Azzorre

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.