A- A+
Cronache
Castel Volturno, immigrati gambizzati. Fermati due italiani

In corso le indagini da parte degli inquirenti per capire le cause e la dinamica che hanno portato domenica ad uno scontro armato tra un gruppo di italiani e un gruppo di immigrati della Costa D'Avorio a Castel Volturno. Nella sparatoria sono rimasti feriti alle gambe due cittadini ivoriani di 30 e 37 anni, ma non sono in gravi condizioni.

Fermati due cittadini italiani, padre e figlio, proprietari di un istituto di vigilanza privata della zona. Secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stata una lite tra i due italiani e i due ivoriani a causa di alcuni furti avvenuti nella zona. Da qui ne sarebbe scaturita una lite violenta e la sparatoria. Indagini anche per identificare gli immigrati che dopo la sparatoria sono scesi in strada incendiando il primo piano di una villetta a schiera, cassonetti, quattro auto e un furgone.

Tags:
castel volturnoimmigratilite caserta
in evidenza
Il direttore Perrino su Isoradio Affari commenta le elezioni 2022

Ospite de "Il sorpasso" di Monica Setta

Il direttore Perrino su Isoradio
Affari commenta le elezioni 2022


in vetrina
SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain

SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain





motori
Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.