A- A+
Cronache
Catania, scoperta maxi frode fiscale: sequestrati 29 mln, 16 misure cautelari
Guardia di Finanza Gdf

Scoperta maxi-frode fiscale, la "regia" a Catania: sequestrati 29 milioni, 16 misure cautelari

Un raffinato sistema di frode fiscale, coordinato da un'unica regia a Catania, è stato scoperto dal comando provinciale della Guardia di finanza etnea. L'organizzazione abusava dei vantaggi normativi in tema di "distacco di personale" previsti per i contratti di "rete tra imprese". Eseguite due ordinanze cautelare nei confronti di 16 persone a Catania, Siracusa, Ragusa, Enna, Palermo, Milano, Brescia, Roma e Pesaro. Sequestrati beni, quote societarie e disponibilità finanziarie e beni per 29 milioni di euro. Gli indagati sono 33.

reati ipotizzati, a vario titolo sono: associazione a delinquere, emissione di fatture per operazioni inesistenti, infedele dichiarazione dei redditi, dichiarazione fraudolenta mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, omesso versamento di ritenute previdenziali e di Iva, autoriciclaggio e riciclaggio di denaro di origine illecita. 

LEGGI ANCHE: Omicidio Desiree, condanne ridotte nell'appello bis: scoppia il caso in Aula

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Ferragni, arriva un altro colpo basso: un socio contesta la gestione di Fenice

L'influencer di nuovo in tribunale

Ferragni, arriva un altro colpo basso: un socio contesta la gestione di Fenice


in vetrina
G7, tutti pazzi per i panini di Ciccio 2.0: conquistata la delegazione americana

G7, tutti pazzi per i panini di Ciccio 2.0: conquistata la delegazione americana





motori
Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.