A- A+
Cronache
Catania: uccide il suo neonato buttandolo a terra, mamma arrestata

Uccide suo neonato buttandolo a terra, mamma arrestata a Catania 

Una donna di 26 anni e' stata arrestata dalla polizia a Catania con l'accusa di avere ucciso il proprio figlio di tre mesi lanciandolo a terra. Il neonato e' morto in ospedale, lo scorso 15 novembre, il giorno dopo il ricovero per le ferite riportate alla testa. La notizia e' stata resa nota oggi dalla procura con un comunicato, dopo che personale del commissariato Borgo Ognina ha eseguito nei confronti della donna un'ordinanza cautelare in carcere emessa dal gip, su richiesta della procura, per omicidio aggravato dall'avere agito contro il discendente.

Nell'immediatezza del ricovero, come hanno potuto rilevare gli investigatori anche nel certificato di pronto soccorso, la madre del bambino ha riferito che il piccolo si era fatto male cadendole accidentalmente dalle braccia a causa di una spinta datasi da solo. Successivamente, pero', attraverso le testimonianze dei parenti, alla presenza del difensore di fiducia, si e' accertato che la caduta del neonato non era stata accidentale: la tragica realta', per chi indaga, e' che e' stata la madre a scaraventarlo a terra con forza. La donna e' stata cosi' arrestata, con a supporto una consulenza neuropsichiatrica.    Il gip ha ritenuto "integrata una continuita' di azione dell'indagata la quale - attesa anche la tenerissima eta' del figlio - ha agito di certo al fine di ucciderlo (dolo intenzionale) e, comunque, si e' rappresentato l'evento omicidiario come realizzabile con elevato grado di probabilita' o anche con certezza come conseguenza diretta e immediata della propria azione (dolo diretto)". Insomma, la donna voleva uccidere suo figlio. Pertanto, per il giudice, "non puo' in nessun modo ritenersi corrispondente al vero neppure quanto dalla stessa riferito in ordine alla assenza di volonta' omicida ai danni del neonato". La donna e' stata rinchiusa nel carcere catanese di piazza Lanza.

Uccide neonato: madre, Non volevo ammazzarlo,avevo mente oscurata 

Parla di "disgrazia" la mamma del neonato ucciso. Lo riferisce il suo legale che ha presenziato all'interrogatorio di garanzia convalidato dal Gip: "Avevo la mente oscurata e non so spiegare cosa e' successo, ma sicuramente non volevo uccidere mio figlio, non ho mai pensato di ucciderlo perche' io lo amavo": sono state queste le parole della mamma, riferite dall'avvocato Luigi Zinno. Ai magistrati, ha ricostruito il suo legale, la donna ha detto di "essersi sentita male" e che la sua intenzione era di "gettarlo sul letto e non per terra".

Commenti
    Tags:
    catanianeonato
    Loading...
    in evidenza
    Smart working, soft skills Ripensare il lavoro post-Covid

    Il rigoletto

    Smart working, soft skills
    Ripensare il lavoro post-Covid

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C

    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive

    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.