A- A+
Cronache
maurizio lupi ape

di Antonino D'Anna

Comunione e Liberazione? Un movimento in movimento. Ultimamente è stata osservata una certa ripresa dell'attività che la realtà fondata da don Luigi Giussani svolge nella Chiesa e in politica. A cominciare dal percorso che stanno compiendo due futuri beati, che sarebbe seguito dal mondo ciellino. Il primo è Giuseppe Lazzati, il Rettore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano morto nel 1986, con cui CL ebbe forti contrasti mentre il futuro Beato era in vita. E anche in morte, visto che nel 1987 “Il Sabato”, settimanale ciellino, accusò Lazzati di “protestantesimo”.

LAZZATI: PACE POSTUMA?- A difendere il da poco defunto Rettore fu il cardinale Carlo Maria Martini, che intervenne peraltro a sedare una grossa polemica scoppiata il movimento cattolico della Rosa Bianca (poi divenuto Associazione nel 1989), che sottolineò come Lazzati avesse vissuto integralmente il Vangelo operando nel mondo. A dirla tutta, Martini aveva anche cercato di fare da paciere: il cardinale aveva mediato una soluzione tra Rosa Bianca e Sabato, ottenendo che il movimento ritirasse la denuncia in cambio di un articolo riparatore sulla figura di Lazzati. Ma dopo la difesa dell'allora Arcivescovo di Milano, i 16 aderenti al movimento (nato in Italia nel 1979) decisero di ritirare la denuncia.

IL MIRACOLO MANCANTE- È quasi un'ironia della Storia (o della Provvidenza, fate voi) se è toccato all'attuale Arcivescovo di Milano, il ciellino Angelo Scola, annunciare al termine della Messa tenuta alcuni giorni fa a Sant'Ambrogio per l'inaugurazione dell'anno accademico della Cattolica che Lazzati ha bisogno solo di un miracolo per essere Beato. Scola ha avuto parole di rispetto: “con il Decreto di Papa Francesco che dichiara Giuseppe Lazzati Venerabile, - ha detto - si aggiunge un altro tassello, dopo quelli del Beato Contardo Ferrini e dei Venerabili Ludovico Necchi ed Armida Barelli, al mosaico di santità che l'Università Cattolica va componendo nella sua storia preziosa per la Chiesa e la Società Italiana, fedele alla missione affidatale da Achille Ratti, che la inaugurò poco prima di diventare papa Pio XI”.

DON GIUS- E veniamo alla seconda beatificazione, quella del fondatore di CL don Luigi Giussani. A quanto Affaritaliani è in grado di apprendere, si dice che i ciellini avrebbero reperito i fondi per la causa di beatificazione (è infatti il cosiddetto “attore”, chi chiede formalmente alla Chiesa di iniziare il processo canonico che porta alla gloria degli altari, a dover sostenere le spese economiche richieste per la procedura). Sembra che ci sia stato un buon impegno, sotto questo profilo, della Compagnia delle Opere.

LA CENA- Chiudiamo infine con una chicca. A Milano, in questi giorni, selezionati invitati stanno ricevendo una mail con cui il Circolo del Sussidiario, l'organo d'informazione della Fondazione per la Sussidiarietà – il think tank creato nel 2002 da uno dei leader di CL, Giorgio Vittadini, invita ad un “momento conviviale” per il 2 dicembre, ore 19.30 al ristorande del Circolino di Crescenzago. La missiva, firmata da Graziano Debellini, presidente ilsussidiario.net srl, e Vincenzo Cotticelli, Amministratore delegato ilsussidiario.net srl, informa che la cena del Circolo del Sussidiario, “iniziativa nata per sostenere il lavoro de ilsussidiario.net”, avrà un ospite d'eccezione: il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, “con il quale ci confronteremo sulle prospettive di sviluppo dell'Italia di oggi”. A introdurre l'incontro sarà proprio Vittadini. Avanti CL.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cllupi
in evidenza
Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social

Le foto da urlo della fidanzata di Greg Paltrinieri

Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
DS Automobiles svela la nuova DS3

DS Automobiles svela la nuova DS3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.