A- A+
Cronache

 

Marte, una nuova sonda nel 2020. Intervista a Margherita Hack

Universo/ Ecco il bosone di Higgs, intervista a Giulio Giorello e a Fabiola Gianotti del Cern. TUTTO SULLA SCOPERTA

 

 

Fisica/ Cern, Giulio Giorello commenta il record raggiunto di livelli di energia

 

Il fisico Giovanni Bignami ad Affari: astrofisica? L'Italia al top

Creazionisti contro Evoluzionisti. L'intervista a Telmo Pievani. La polemica parte dal Cnr

Boncinelli ad Affari: "Le macchine che imitano l'uomo? Utili e importanti"

Secondo un nuovo studio della Nasa, il global warming potrebbe incrementare il rischio di estreme precipitazioni o siccita'.

L'analisi di simulazioni al computer di 14 modelli climatici dell'Agenzia Spaziale americana indica che le regioni umide del mondo, come quelle monsoniche asiatiche e quelle equatoriali del Pacifico, vedranno aumentare le precipitazioni piu' intense a causa della salita dei livelli di anidride carbonica mentre le aree aride al di fuori dei tropici e quelle regioni con piogge moderate potrebbero diventare piu' aride.

Il sole ha circa 5 miliardi di anni e un giorno si spegnerà. L'agonia comincerà tra poco più di un miliardo di anni. Le scorte di idrogeno termineranno. Aumenteranno la luminosità e la temperatura e il sole diventerà un enorme astro rossastro, 166 volte più grande di quanto è adesso: occuperà più di un terzo di cielo.


Per poi spegnersi del tutto. Le conseguenze per il nostro pianeta e l'intero sistema solare saranno drammatiche. Bisognerà preoccuparsi già molto prima: i cambiamenti climatici saranno devastanti. Al momento di massima espansione dell'astro ci sarà l'apocalisse. La Terra verrà raggiunta dal fuoco e sarà bruciata, cancellata. Il sole diventerà poi una nana nera, un oggetto scuro che non evolve più, alla deriva nel cosmo: il sistema solare rimarrà al buio. 

 

SOLE SEMPRE PIU' ENORME - Dapprima aumenteranno la luminosità e la temperatura della fotosfera solare, da 6000 a 6500 °C circa: sulla Terra ci sarà conseguentemente un aumento di temperatura di 4-5 °C, con lo scioglimento dei ghiacciai e delle calotte polari, e l’evaporazione degli oceani. Probabilmente, a tali cambiamenti climatici seguirà un lento adattamento biologico e tecnologico. Poi, quando il sole esaurirà il combustibile nucleare, la fornace interna tenderà a spegnersi e i gas sovrastanti crolleranno verso il centro, facendo aumentare enormemente la pressione. Ciò porterà la temperatura da 10 milioni a 100 milioni di gradi. A questo punto il Sole userà come combustibile l’elio, precedentemente prodotto dal bruciamento dell’idrogeno; il nuovo prodotto della combustione sarà il carbonio. Queste reazioni interne faranno espandere enormemente il Sole, che diventerà una stella gigante rossa e arriverà a inghiottire le orbite di Mercurio e di Venere. Dalla Terra, il Sole apparirà un enorme astro rossastro che occuperà più di un terzo di cielo. APOCALISSE DI FUOCO - L’espansione del Sole proseguirà sempre più: anche la Terra sarà raggiunta dal fuoco solare e il nostro pianeta sarà bruciato, cancellato. Successivamente, quando anche l’elio sarà esaurito, si verificherà un nuovo crollo degli strati esterni del Sole verso il centro: la temperatura centrale aumenterà da 100 a 600 milioni di gradi e ci saranno quindi le condizioni per bruciare il carbonio producendo ossigeno. Le reazioni termonucleari produrranno ogni volta una gigantesca esplosione, con conseguente lancio verso lo spazio degli strati esterni. Il Sole è però troppo piccolo per raggiungere al suo interno valori di pressione e di temperatura tali da far proseguire ulteriormente le reazioni nucleari fino agli elementi più pesanti e a diventare conseguentemente, una volta esaurite tutte le reazioni, una supernova. Dopo il bruciamento del carbonio, il Sole, ormai non più sede di reazioni nucleari interne, diventerà probabilmente una nana bianca, ossia una piccola stella estremamente compatta e luminosa, molto densa, che continuerà a brillare per milioni di anni, affievolendosi sempre più. Il Sole diventerà poi una nana nera, un oggetto scuro che non evolve più, alla deriva nel cosmo: il sistema solare rimarrà al buio. (matematicamente.it)

Tags:
climastudionasastravolgimentopiogge
in evidenza
"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

Zorzi torna su discovery con Tailor Made. La video-intervista

"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”

Scatti d'Affari
Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”





casa, immobiliare
motori
Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura

Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.