A- A+
Cronache
Codice rosso anche se la violenza è tra donne. Scatta l'aggravante speciale
(Fonte: Pexels)

Codice rosso, la Corte di Cassazione e quel "vale per tutti". Punita anche la violenza tra donne

Novità importanti sul famoso "codice rosso", che punisce in caso di femminicidi o di violenza ai danni delle donne, una sentenza della Corte di Cassazione ribalta tutto. Il provvedimento, infatti, si può estendere a tutti, vale a dire che la legge 69/2019, tesa a contrastare la violenza domestica e di genere, prevede un’aggravante speciale in caso di deformazioni permanenti che scatta per chiunque. Anche se la violenza è tra donne. La fattispecie riguarda uno sfregio permanente sul volto, il reato per far adottare il provvedimento - si legge su Il Sole 24 Ore - può essere commesso "da chiunque contro chiunque altro". La Corte di cassazione respinge così il ricorso di una donna che in un impeto di gelosia aveva, con un morso, staccato metà del padiglione auricolare ad un’altra donna.

Leggi anche: Bari, picchia e chiede soldi al compagno: 50enne denunciata per maltrattamenti

Leggi anche: Rudy Guede accusato di violenza sessuale: un anno di sorveglianza speciale

Lesione che comportava una deformazione del volto permanente, punita dal Codice rosso (articolo 583-quinquies), con una pena che va dagli 8 ai 14 anni, rispetto a quella originaria che oscillava dai tre ai sette anni. Un giro di vite notevole, voluto dal legislatore proprio sull’onda di episodi sempre più gravi, con conseguenze sempre più pesanti, che si consumano spesso tra le mura di casa. E proprio questa - prosegue Il Sole - è la carta che cerca di giocarsi la difesa dell’imputata, che aveva messo in atto un’aggressione nella pubblica via nei confronti di una persona dello stesso sesso. Circostanze che, ad avviso del legale della donna, impedivano di applicare il Codice rosso “dedicato” alla violenza di genere.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid





motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.