A- A+
Cronache

 

neonato

All'inizio fu, al solito, l'America. Poi la "moda" ha contagiato il Sud Est asiatico, la Germania e i paesi del Nord Europa. Parliamo della filosofia "No Kids", il divieto di portare bambini sotto una certa età ( che può variare) in aerei, ristoranti, alberghi e caffè. Non tanto per odio verso i teneri pargoli, quando per una ricerca di silenzio e tranquillità di chi non vuole essere disturbato da pianti, giochi e capricci vari.  Tra le prime compagnie aeree ad adottare questa filosofia c'è stata la Singapore Airlines, che ha messo a disposizione dei clienti delle “scooting Silence”, ovvero delle zone della cabina nelle quali  non ci sono bambini.

E non è un'iniziativa isolata. Un po’ di tempo fa, un’indagine di Ryanair tra i suoi clienti aveva dimostrato che il 50 per cento di loro avrebbe pagato volentieri un sovrapprezzo per poter viaggiare su voli senza bambini a bordo. Non a caso la Malaysia Airlines ha vietato la presenza di neonati nella prima classe, dopo che molti passeggeri si erano lamentati. E anche la compagnia inglese Thomas Cook Airlines, due volte a settimana effettua voli “solo per adulti” per Creta e Gran Canaria.

Tags:
compagnia aereaaereivolibambini
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.