A- A+
Cronache
Corruzione all'Istruzione, tenta il suicidio: la Boda in prognosi riservata

E' sedata e in prognosi riservata al Policlinico Gemelli Giovanna Boda la dirigente del ministero dell'Istruzione che mercoledì pomeriggio ha tentato il suicidio lanciandosi dalla finestra di un palazzo a piazza della Libertà a Roma.

La donna, soccorsa intorno alle 16.30 nel cortile interno dello stabile, è stata trasportata in ospedale in codice rosso ed è ora ricoverata in rianimazione dopo essere stata sottoposta a un intervento chirurgico. La donna nei giorni era stata perquisita nell'ambito di un'inchiesta della Procura per corruzione.

Commenti
    Tags:
    corruzioneministero istruzionetentato suicidio ministerogiovanna boda
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

    Scatti d'Affari
    Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni





    casa, immobiliare
    motori
    Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

    Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.