A- A+
Cronache

Alessandra Iacullo probabilmente conosceva il suo assassino. E' una delle ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori della squadra mobile di Roma. Sull'omicidio avvenuto giovedi' sera a Dragona, alle porte della capitale.

La trentenne, sul cui corpo è stata eseguita questo pomeriggio l'autopsia, sono stati inferti piu' fendenti, ma quello mortale e' stato quello alla gola. Secondo gli investigatori, coordinati dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani, non e' escluso che la vittima avesse dato appuntamento all'assassino, a pochi metri dalla propria abitazione.

In queste ore, oltre a sentire amici e conoscenti di Alessandra Iacullo, gli investigatori stanno analizzando i tabulati telefonici del cellulare della vittima trovato nella sua borsetta. Proprio dal telefonino potrebbero venire elementi utili a risolvere il giallo.

Tags:
ostiadelittoomicidiofemminicidio
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.