A- A+
Cronache
posteitalianeai

Sono diabetico, come Christian, da 47 anni, ho lavorato per 40 anni ed ora sono in pensione. Il mio diabete non ha mai costituito ostacolo all’esercizio della mia professione e attualmente godo di più che discreta salute. Con costernazione, incredulità e rabbia, sono costretto a leggere che Poste Italiane ha rifiutato di assumere alle sue dipendenze, in provincia di Bergamo, Christian, diabetico dal 2008.

Inaccettabile è la giustificazione della responsabile del locale ufficio PT: ‘I certificati medici del giovane confermano che potrebbe lavorare, ma per la tutela del ragazzo abbiamo creduto opportuno non assumerlo.’ L’Italia è il Paese che ha licenziato la più moderna legislazione in difesa dei diritti delle persone con diabete: nel 1987! Eppure, dobbiamo constatare che le persone con diabete sono ancora oggetto di discriminazione.

Ci auguriamo che chi di dovere voglia prendere i giusti provvedimenti, salvaguardando non solo la dignità di un giovane offeso nei suoi più elementari diritti, ma soprattutto il buon nome di un’azienda di interesse pubblico in cui non è possibile possa albergare simile ignoranza.”

Egidio Archero

Presidente Nazionale FAND-Associazione Italiana Diabetici

Tags:
diabetemalattiaospedale
in evidenza
"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

Zorzi torna su discovery con Tailor Made. La video-intervista

"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”

Scatti d'Affari
Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”





casa, immobiliare
motori
Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura

Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.