A- A+
Cronache
Don Marino, prete anti-tasse ad Affari: "Scegliere se mangiare o pagare le tasse"

"Quando una famiglia arriva a toccare il fondo della disperazione perché non ha da mangiare, una decisione la deve prendere. Io lo chiamo sciopero fiscale". Così don Marino Ruggero ha lanciato la rivoluzione delle tasse (da non pagare). Il 48enne prete padovano ha invitato i parrocchiani di alcune comunità vicentine a non pagare le tasse inique se non si riesce ad arrivare alla fine del mese. Ma perchè ha scelto questa strada controversa? Affaritaliani.it lo ha chiesto all'interessato, che si sorprende di tanto clamore per una proposta di buon senso.

Come le è venuta l'idea di questo sciopero fiscale?
"E' frutto dell'esperienza. Di un qualcosa che ormai si allarga sempre di più a macchia d'olio, sia per le famiglie che per gli industriali. Famiglie sempre più precarie che purtroppo non arrivano a fine mese. All'interno delle quali magari ci sono disoccupati o cassaintegrati e che riescono a stento a pagare le bollette e comprare gli alimenti, ma non ce la fanno a pagare anche le tasse".

Ma non è giusto, anche a livello etico, pagare le tasse?
"Certo, pagare le tasse rimane un dovere, ma purtroppo non tutti possono in questo momento. Senza dimenticare che le tasse si pagherebbero più volentieri se si ricevessero indietro i servizi. Cosa che spesso non avviene. Ecco perchè quando le famiglie e gli industriali mi domandano "paghiamo le tasse o i dipendenti?" io dico agli industriali di dare la precedenza ai dipendenti. E a loro di pagare le bollette, gli alimenti. Poi si pensa alle tasse, anche a costo di ricevere una visita di Equitalia".

Trova solidarietà attorno a lei?
"Sto trovando molta solidarietà, sia tra i sacerdoti che tra i sindaci della zona. Ma anche dagli esponenti dei movimenti che sono sorti per contrastare la crisi, come quello dei forconi".

Lei non è nuovo a proposte provocatorie, come quella di avvicinare i giovani tramite una sua eventuale partecipazione al Grande Fratello?
"Si, sono sfide che io pongo. Perché non avvicinare i giovani tramite un reality? Le cose si fanno anche con l'esempio. Ci sarà un motivo se le chiese si svuotano e piazza san Pietro si riempie".

Il mondo ecclesiastico come reagisce alle sue proposte?
"Direi in maniera positiva. Tutti stanno lavorando con la gente in maniera operativa. Se mi vengono a chiedere cosa fare non posso non espormi, non possiamo dire a tutti di andare alla Caritas. C'è già la fila. Anche se mi rendo conto che sono un Davide contro il gigante Golia".

Al di là della protesta, cosa deve fare la politica?
"C'è una responsabilità forte del vertice, la politica non riesce a fare altro che mettere nuove tasse o alzare le vecchie. Va reimpostato tutto il sistema fiscale. Bisogna avere il coraggio di farlo".

Le posso chiedere un giudizio politico?
"Personalmente spero che si vada presto a votare e che si arrivi a un governo chiaro, politico. Con le idee limpide. E in fretta. A livello teorico non mi dispiace lo stile di Renzi. Certo, poi bisogna vedere e di solito si rimane sempre un po' delusi..."

Crede che ci potrebbe essere un impegno diretto dei sacerdoti in politica?
"Perché no, l'impegno nella società è giusto, che è però diverso dalla carriera politica".

 

twitter 500
 


         @AbuBufo

Tags:
parrocodon marinoanti-tasse
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.