A- A+
Cronache
La segretaria del contratto hard: "L'assessore voleva uccidere la moglie"

"Io sottoscritto Luigi De Fanis sottoscrivo un nuovo accordo per novembre. Do 3mila euro per amore con regalo". Ecco il contratto hard tra l'assessore alla Cultura della Regione Abruzzo e la sua segretaria. Nei verbali la donna rivela: "Mi obbligava a fare sesso, era ossessionato da me. Un giorno è arrivato in ufficio con una pistola in una busta e me l'ha puntata in faccia". Secondo la donna, De Fanis aveva persino in mente di uccidere la moglie: "Aveva tentato di avvelenarla. Il suo piano era riscuotere l'assicurazione, aveva uno scoperto di 70 mila euro".

Una nuova inchiesta, scrive il quotidiano Il Centro, è partita dopo che il fascicolo è stato trasferito per competenza alla procura di Lanciano, e si basa sull'affermazione dell’ex segretaria a proposito del piano di uccidere la moglie che, ascoltata dagli inquirenti ha smentito che questa possibilità sia realmente esistita. La nuova inchiesta non sembra preoccupare i difensori del politico. Anzi, per il legali sarebbe la conferma della tendenza all’esagerazione di De Fanis durante gli incontri clandestini con la segretaria.

Tags:
sessoabruzzoassessore
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.