A- A+
Cronache
Emilia Romagna, “spese pazze”: in carcere l’ex capogruppo del Pd Monari

"Spese pazze" in Emilia-Romagna, la Cassazione conferma la decisione della Corte d'Appello: Marco Monari condannato 

In carcere per un peculato da ventimila euro nell'ambito dell'inchiesta sui rimborsi spese del consiglio regionale dell'Emilia-Romagna tra il 2010 e il 2011: si sono aperte le porte del carcere di Forlì per Marco Monari, ex capogruppo del Pd, con la decisione della Cassazione che ha respinto il ricorso della difesa, facendo diventare definitiva la condanna a quattro anni e cinque mesi.

Ne dà notizia il Resto del Carlino. Si tratta dell'unico consigliere regionale finito in carcere nell'ambito di quell'inchiesta che colpì tutti i gruppi dell'Assemblea legislativa, con esiti giudiziari differenti e alterni, con diverse assoluzioni.

LEGGI ANCHE: Indagato il deputato Mauro Laus. Terremoto nel Partito Democratico

Iscriviti alla newsletter
Tags:
corruzioneemilia romagnapd
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."

Rumor

Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."


in vetrina
Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui

Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui





motori
Lamborghini trionfa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2024

Lamborghini trionfa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.