A- A+
Cronache
Epstein in cella senza controlli. Trump e la teoria del complotto sui Clinton

Epstein lasciato solo in cella e senza vigilanza

Jeffrey Epstein e' stato lasciato da solo in cella senza che nessuno lo vigilasse nelle ore prime del suicidio. Lo riporta il New York Times citando una fonte anonima dell'amministrazione carceraria. Il detenuto avrebbe dovuto essere controllato dagli agenti penitenziari almeno una volta ogni 30 minuti, ma la procedura non sarebbe stata seguita la notte prima del suicidio. A rendere ancor piu' fitto l'alone del mistero, poi, l'improvviso trasferimento alcuni giorni prima del compagno di cella di Epstein. 

USA: SUICIDIO EPSTEIN, FBI INDAGA, DE BLASIO, 'COSA SAPEVA?'

L'Fbi ha aperto un'inchiesta formale sul suicidio in carcere nel Metropolitan Correctional Center di New York, considerato uno dei più sicuri del paese, del finanziere Jeffrey Epstein, in attesa di giudizio per una serie di accuse, dagli abusi allo sfruttamento della prostituzione al traffico di minori. E intanto infuriano le polemiche per la sua morte. Per il sindaco di New York e aspirante candidato democratico alla Casa Bianca, Bill De Blasio "è fin troppo conveniente" il fatto che Epstein non possa più coinvolgere altre persone. "Quello che molti di noi vogliono sapere è, cosa sapeva?", ha chiesto parlando con i giornalisti nell'Iowa. "Quanti milionari e miliardari erano coinvolti nelle attività illegali cui ha preso parte anche lui? Ebbene, questa informazione non è morta con Jeffrey Epstein. Bisogna indagare". De Blasio non si spiega poi come sia possibile che il detenuto non fosse sottoposto ad una vigilanza ravvicinata dopo il primo sospetto tentativo di suicidio il mese scorso. Secondo il New York Times, dopo un primo periodo di sorveglianza ravvicinata, Epstein non ha più avuto questo tipo di controlli. "Ma come è possibile che non sia sotto protezione speciale? Cosa sta succedendo qui? Credo che questa sia una domanda per la quale dobbiamo avere una risposta esauriente", ha sottolineato ancora De Blasio. 

Epstein: Trump ritwitta post che legano suicidio ai Clinton

Nel frattempo Donald Trump finora ha ritwittato alcuni post apparsi sui social media che collegano la morte del finanziere alla famiglia Clinton, sfruttando le circostanze ancora misteriose del caso. Come il fatto che Epstein non fosse piu' sotto sorveglianza speciale nonostante avesse gia' tentato di togliersi la vita il mese scorso. Secondo una delle tante teorie del complotto che girano in queste ore sui social, Epstein aveva informazioni sull'ex presidente Bill Clinton che aveva frequentato in passato. E tra le persone che sposano questa teoria su Twitter o Instagram ci sono anche il sito conservatore The Blaze, alcuni noti commentatori radiofonici della destra e anche un'alta funzionaria dell'amministrazione Trump nominata dal presidente, Lynne Patton, del Dipartimento per lo sviluppo edilizio e urbano.

Commenti
    Tags:
    epsteintrumpclinton
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Hyundai: debutta Ioniq 5 il nuovo crossover elettrico

    Hyundai: debutta Ioniq 5 il nuovo crossover elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.