A- A+
Cronache
'Vivere' di Vasco colonna sonora spot eutanasia. E Hollande...

Vasco Rossi ha deciso di donare i diritti di “Vivere” perché diventi la colonna sonora di un video a sostegno della proposta di legge dell’associazione per legalizzare l’eutanasia e il testamento biologico. "Ha donato i diritti di utilizzo di una delle sue canzoni più importanti per rappresentare il punto di vista di un malato costretto nel suo letto dopo una vita intensa di ricordi", spiegano dall'associazione Luca Coscioni,

E' il terzo video che viene prodotto per la campagna promossa dall'associazione, dopo quello 'AAA cerchiamo malati terminali' e un secondo spot realizzato dagli studenti dell'Accademia della Comunicazione di Milano.

Il rocker di Zocca scende dunque in campo in prima persona. Una mossa che arriva poco dopo aver deciso di iscriversi (nuovamente) al Partito radicale assieme alla moglie e al figlio.

Tornando alla campagna, va detto che l'intento dell'associazione Coscioni è di chiedere che in Parlamento "ma anche in quello che coinvolge decine di milioni di cittadini in televisione, si apra finalmente un dibattito sull'eutanasia legale come alternativa alla 'morte all'italiana' dell'eutanasia clandestina".  La battaglia civile partì da Piergiorgio Welby, e ha raggiunto "una tappa importante il 13 settembre 2013" quando il Comitato Promotore Eutanasia Legale ha consegnato a Montecitorio la proposta di legge di iniziativa popolare 'Rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell'eutanasia', firmata da oltre 67.000 italiani.

Belgio, eutanasia per i minori. E in Francia Hollande vuole una legge - ll Belgio è uno dei pochi paesi dove l'eutanasia è legale. Il suo Parlamento però sta andando oltre: dopo l'approvazione del Senato, toccherà adesso alla Camera dei Deputati pronunciarsi sull'estensione della legge ai minori di 18 anni. Se sarà votata, i medici potranno amministrare una dose letale ai bambini con "sofferenze fisiche insopportabili e inguaribili, in fase terminale", se richiesta da loro stessi e "con l’accordo dei genitori".

Il testo, che limita l’accompagnamento alla morte per i soli casi di grave sofferenza fisica dei minori di 12 anni, ha ricevuto sinora l’appoggio di una maggioranza trasversale. A favore socialisti, liberali, verdi e il centro destra della Nuova Alleanza Fiamminga.

Il dibattitto si è riacceso anche in Francia, dove il presidente François Hollande vuole una legge che si occupi dei casi in cui ci sia una malattia incurabile e che preveda un'"assistenza medicalizzata per terminare la vita con dignità". Della materia si è anche occupata una specifico comitato costituito su richiesta del Capo dello Stato, che ha raccomandato di prendere in considerazione non solo le condizioni fisiche, ma anche la sofferenza mentale dei pazienti. Questo per consentire a tutti gli adulti che soffrono di una malattia incurabile che causa dolore psicologico o fisico di scegliere una fine dignitosa per la loro esistenza.

 

Tags:
eutanasiapolemichefrancia
in evidenza
Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

"E' il mio corpo, la mia scelta"

Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories

Scatti d'Affari
EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories





casa, immobiliare
motori
Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech

Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.