A- A+
Cronache
Lo strano caso dei rapinatori gentiluomini di Firenze

Entrano in un appartamento, fanno degli ostaggi, rubano oggetti, mettono a soqquadro i mobili, si rendono conto di non essere all'interno della casa che volevano rapinare, ripuliscono, restituiscono gli oggetti, liberano gli ostaggi, si scusano e se ne vanno

È successo a Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze, la sera del 15 novembre intorno alle 20.30. I rapinatori gentiluomini cercavano l'abitazione di un noto avvocato, ma hanno sbagliato casa. Così, non solo hanno restituito l'orologio e i gioielli che avevano rubato qua e là in giro per l'appartamento, ma hanno anche ripulito con acqua e candeggina il disastro fatto con i mobili. Infine, hanno liberato la famiglia che avevano rinchiuso in una stanza, e si sono scusati.

I malcapitati, una coppia di anziani e la loro figlia con la propria famiglia, si sono spaventati e poi meravigliati, ma stanno bene. 

Hanno avuto paura perchè i malviventi li hanno chiusi in una stanza minacciandoli con una pistola e un piede di porco. Dopodichè i quattro ladri sono corsi nel seminterrato dell'abitazione mettendo tutto a soqquadro alla ricerca di qualcosa di specifico, che a noi non è noto. 

È nel seminterrato che i rapinatori si sono resi conto di aver sbagliato casa: hanno chiesto scusa ai familiari dicendo di aver capito male il luogo dove recarsi e hanno restituito un orologio e qualche gioiello rubati in giro per casa. Inoltre, i quattro malviventi sono tornati nello scantinato pulendo le loro tracce con la candeggina. Finite le pulizie, si sono allontanati. 

Sulla vicenda adesso stanno indagando i carabinieri di Firenze insieme alla Scientifica

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cronacafirenzeladri
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid





motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.