A- A+
Cronache
Frode Fiscale 9 arresti in corso a Milano

I finanzieri del Comando Provinciale di Milano stanno eseguendo un’ordinanza di misura cautelare personale emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano, Dott.ssa Stefania Donadeo, nei confronti di n. 9 soggetti (di cui 6 in carcere e 3 ai domiciliari), indagati, a vario titolo, per reati di associazione a delinquere finalizzata alla
frode fiscale.

Le investigazioni – svolte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Milano e dirette dai Sostituti Procuratori presso la Procura della Repubblica di Milano, Dott. Carlo Nocerino e Dott. Adriano Scudieri, con il coordinamento del Procuratore Aggiunto, dott. Francesco Greco – hanno consentito di delineare i tratti di un’associazione a delinquere a carattere transnazionale dedita all’illecito commercio dei certificati di Carbon Trading (quote di emissione dei gas serra, introdotte con la direttiva 2003/87/CE, per promuovere la riduzione di dette emissioni secondo criteri di efficacia dei costi ed efficienza economica), mediante ripetute e sistematiche “frodi carosello” perpetrate con l’interposizione di società cartiere e di società filtro nella filiera commerciale al fine di
appropriarsi dell’imposta sul valore aggiunto connessa alle transazioni.

Nel contesto delle indagini – sviluppate anche nel quadro di una costante attività di cooperazione internazionale coordinata dal II Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza attraverso la rete di esperti del Corpo all'estero e dei consolidati rapporti di collaborazione con altre Autorità fiscali e di Polizia europee – è emerso il coinvolgimento, a vario titolo, di 32 persone fisiche, amministratori di fatto o di diritto di n. 28 persone giuridiche, nell’ambito di un sistema di frode che ha comportato l’emissione/utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per circa 3,5 miliardi euro.

Nell’ambito delle operazioni odierne, nelle quali sono impegnati oltre 150 finanzieri, si sta dando contestuale esecuzione anche ad un provvedimento di sequestro preventivo per equivalente di beni mobili, immobili e quote societarie fino a concorrenza di circa 650 milioni di euro (ammontare dell’imposta sul valore aggiunto evasa), nonché a numerose perquisizioni in varie province, tra cui quelle di Milano, Roma, Savona,
Frosinone, Lucca e Novara, anche attraverso l’ausilio dei Reparti del Corpo territorialmente competenti.

 

Tags:
guardiafinanza-frode-carbontrading-gdf
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.