A- A+
Cronache

Si riaccendono le speranze di ritrovare vive le due due gemelline italo-svizzere rapite dal padre Matthias il 30 gennaio 2011. Le tracce partono da un campo rom in Sardegna, a seguito della segnalazione di un avvocato. “Le gemelle sono vive e si trovano in Sardegna” così titola in prima pagina L’Unione Sarda citando un fascicolo aperto dalla Dda in questi giorni. L'avvocato, dopo aver ricevuto una confidenza da un cliente in carcere, ha rivelato alla Procura di Cagliari che le bambine si troverebbero in un campo nomadi della Sardegna. Le tracce delle due piccole, Alessia e Livia, si erano perse in Corsica. Il papà delle bambine, Matthias, ingegnere, rapì Alessia e Livia perché non accettava la separazione dalla moglie Irina Lucidi, originaria di Ascoli. E proprio la Corsica era la destinazione dei biglietti che il padre aveva acquistato da Marsiglia durante la fuga. Mercoledì c’è stato un blitz dei carabinieri del Ros in un campo nomadi tra le province di Oristano e Nuoro che però non ha dato esito positivo. Ma le ricerche continuano e la speranza degli inquirenti è che Marrhias abbia risparmiato Alessia e Livia – che in una lettera diceva di aver ucciso - affidandole a qualcuno che le ha poi riportate in Sardegna.

 

 

Tags:
gemellineviverom
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO





casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.