A- A+
Cronache
Genova, contestato il sindaco. Renzi: "Pronti due miliardi"

Dura contestazione contro il sindaco di Genova, Marco Doria, da parte dei commercianti e residenti della zona di piazza Colombo, nel centro citta', danneggiati dall'alluvione del 9 ottobre scorso. "Vai a casa - gli hanno gridato i commercianti - cosa ci fai qui! Sono 3 anni che parlate e non fate niente! Pagliacci! Non avete neanche pulito i tombini! Prendi una pala e pulisci! Dimezzatevi gli stipendi".

Contro il sindaco sono stati gridati anche degli insulti. Sul posto ci sono anche alcuni agenti di polizia pronti a intervenire in caso di necessita'. "Dovete trovare il modo di risarcire i commercianti prima di dimettervi!". Cosi' un commerciante di via Cesarea, nel centro di Genova, si e' rivolto al sindaco, Marco Doria, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo tra gli esercenti di Piazza Colombo e della zona del Quadrilatero, nel centro citta', colpiti dall'alluvione del 9 ottobre scorso.

Molti gli applausi, ironici, al passaggio del primo cittadino, accompagnato anche dall'europarlamentare del Pd, Sergio Cofferati, e dal senatore Pd Mario Tullo. "Appena insediato doveva incatenarsi a Roma per i lavori sui torrenti Bisagno e Fereggiano", gli ha detto un commerciante mentre la proprietaria di un altro negozio gli ha chiesto aiuto perche' "tre anni fa dopo l'alluvione del 2011ci siamo indebitati per rimanere aperti Re ora siamo disperati". Altri gli hanno gridato: "siete spazzatura! Prendete una pala e mettetevi a spalare". Di fronte alle proteste della gente Tullo non ha negato le responsabilita' del Pd che ha amministrato la citta' negli anni passati e ha detto: "dal 2011 ad oggi abbiamo fatto tanto anche in termini di finanziamenti ma molto c'e' ancora da fare. Non mi sento assolto, anzi, sono pienamente coinvolto in questa tragedia".

Doria: "Se serve, pronto a lasciare" - "Le dimissioni? - ha detto poco dopo il primo cittadino genovese - posso anche pensarci e se fossi sicuro che le mie dimissioni accelerassero le procedure per gli interventi lo farei anche subito". Il sindaco Doria ha quindi spiegato che il comune sospenderà i termini per il pagamento di Tasi, Imu e Tari per «tutti coloro che certificheranno di essere stati danneggiati dall’alluvione". Poi si è rivolto al governo: "Chiedo - ha aggiunto - che anche lo Stato avvii le procedure necessarie per evitare che chi ha riportato danni ingenti sia chiamato a pagare tasse che non è in grado oggi di pagare".

Renzi: per Genova pronti due miliardi non spesi - Per Genova, colpita dall'alluvione, "l'unica soluzione e' spendere nei prossimi mesi i due miliardi non spesi per i ritardi burocratici". Lo scrive Matteo Renzi su Facebook. "Assicuro ai genovesi, che non si sono piegati e che si sono rimboccati le maniche per spalare via fango e detriti dal loro futuro, l'impegno economico del Governo fin dalla legge di stabilita' cui stiamo lavorando in queste ore".  "C'e' l'emergenza certo. Non manca e non manchera' il sostegno del Governo e penso innanzitutto a quei commercianti che hanno preso il mutuo per pagare i danni del 2011 e sono di nuovo da capo". Lo scrive il presidente del Consiglio Matteo Renzi su facebook. "Ci saranno forme di ristoro anche per i privati, e' giusto e doveroso e urgente. Non voglio che si arrendano, noi stiamo concretamente dalla loro parte", aggiunge Renzi. "E non semplicemente con le pacche sulle spalle".

Bagnasco, governo dia seguito a propositi - "Le premesse di questo governo sono state dichiarate, vediamo come dara' seguito ad esse. Speriamo non siano solo propositi". Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, a proposito dell'alluvione di Genova.

Tags:
genovaalluvionedoria
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.