A- A+
Cronache
La Germania blocca Uber, vincono i tassisti. "Finta start-up coi soldi di Goldman e Google"

Il tribunale di Francoforte chiude Uber, l'applicazione che permette di avere un autista a portata di smartphone. Dopo le proteste dei tassisti in diverse città europee, i giudici della città tedesca hanno disposto un'ingiunzione temporanea nei confronti della società californiana che non potrà trasmettere le richieste dagli utenti agli autisti.

A giugno le proteste dei tassisti contro la app, che permette di inoltre di improvvisarsi 'driver' e offrire la propria auto, si erano diffuse in tutta Europa. Uber, fondata nel 2009 a San Francisco, è stata valutata a giugno 18,2 miliardi di dollari.

I tassisiti teutonici avanzano accuse precise, secondo quanto riporta il Financial Times nell'edizione online: non solo quella "classica" di operare abusivamente come un vero e proprio servizio di taxi senza licenza. Ma anche quella più elaborata di essere una finta start-up: "Uber opera grazie a miliardi di liquidità ricevute da Goldman Sachs e Google, e poi si spaccia come una benefattrice della new economy con apparenze da start-up", ha affermato Dieter Schlenker, numero uno dell'associazione di tassisti tedeschi. Questi, più in generale, attaccano anche l'economia "condivisa" basata sull'uso di internet e nuovi dispositivi mobili, definendola una "locusta" che danneggia imprese, lavoratori e lo stato in generale (qui forse ispirandosi al termine coniato anni or sono dall'ex ministro delle Finanze tedesco, Peer Steinbrueck).

Tags:
germaniataxiuber
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.