A- A+
Cronache
Choc in Danimarca, un secondo zoo vuole uccidere una piccola giraffa

In Danimarca si profila un nuovo "caso Marius", dal nome del cucciolo di giraffa ucciso e dato in pasto a un leone davanti a mamme e bambini nello zoo di Copenaghen, la settimana scorsa. Un altro zoo, il Jylland Park, vicino alla citta' di Herning, ha fatto sapere che potrebbe uccidere un'altra giraffa, curiosamente sempre di nome Marius ma di sette anni, per problemi di accoppiamento. L'altro Marius, infatti, rischia di diventare di troppo con il previsto arrivo di una giraffa femmina.

Lo zoo, infatti, dispone gia' di un maschio di giraffa piu' giovane, Elmer, e avrebbe problemi a gestire lo scontro per la femmina che inevitabilmente si produrrebbe tra i due animali. Tanto piu' che l'altro maschio a differenza di Marius ha geni che non sono rappresentati nel Programma europeo per le specie a rischio (Eep) a cui lo zoo ha aderito lo scorso anno e quindi farlo riprodurre e' una priorita'. Per il nuovo Marius l'unica speranza e' l'esilio in un'altra struttura che dovesse offrirsi di ospitarlo, altrimenti sara' abbattuto, malgrado la prevedibile nuova ondata di proteste internazionali.

Tags:
giraffazoodanimarca
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.