A- A+
Cronache
Csm, guerra tra le correnti sulle nomine. Area contro il gruppo di Davigo

Csm: tra le correnti della magistratura scoppia la polemica sulle nomine

A poche settimane dal voto per il rinnovo dei consiglieri togati del Csm, previsto per l'8 e il 9 luglio, la campagna elettorale tra le correnti della magistratura si infiamma sulle nomine dei capi degli uffici giudiziari. Ad accendere la polemica un documento del gruppo di Autonomia e Indipendenza, che ha come leader Piercamillo Davigo, candidato alle elezioni di luglio: un duro atto di accusa contro le "corsie preferenziali" e i "favoritismi" di cui avrebbero beneficiato "attivisti di corrente" e giudici "provenienti direttamente da incarichi fuori ruolo", che avrebbero cosi' "scavalcato magistrati molto piu' anziani e riconosciuti come piu' meritevoli" da chi opera negli uffici giudiziari. Non si tratta di una denuncia generica, visto che e' accompagnata da un elenco dei casi "piu' eclatanti", senza nomi ma con indicazioni che rendono facilmente identificabili i protagonisti. Ed e' anche questa scelta a far discutere.

Area accusa il gruppo di Davigo, 'delegittima i colleghi'

"E' grave sul piano istituzionale che, per mere ragioni di propaganda elettorale, il Gruppo Autonomia & Indipendenza censuri come illegittime e frutto di accordi illeciti nomine di magistrati, facilmente individuabili, che attualmente ricoprono incarichi direttivi in uffici anche delicatissimi, delegittimando la loro funzione, l'intero ufficio e i magistrati che vi lavorano - attacca Area, il cartello che riunisce Magistratura democratica e il Movimento per la Giustizia - A quelle generiche censure potremmo contrapporre molti casi di nomine, o comunque di scelte consiliari, in cui il rappresentante in Consiglio di quel gruppo ha partecipato con votazioni di maggioranza o all'unanimita': anche in questi casi, dunque vi sarebbe stato un bieco scambio lottizzatorio?" Nella gestione delle nomine dei capi degli uffici giudiziari serve certamente "un deciso cambio di passo" ma "per cambiare un sistema che tutti abbiamo contribuito a creare vi e' la necessita' di una assunzione di responsabilita' condivisa, in chiave critica e autocritica, da parte di tutti i gruppi", sostiene Area. E "nessun gruppo (vecchio o nuovo, nato da fusioni o da scissioni) puo' pretendere di presentarsi come l'unico estraneo al 'sistema', come quello che da anni lo denuncia inascoltato". (ANSA). FH 24-MAG-18 17:20 NNNN

Tags:
giustiziacsmdavigo
Loading...
in evidenza
L'ironia del web colpisce ancora Stavolta nel mirino c'è Di Maio

Costume

L'ironia del web colpisce ancora
Stavolta nel mirino c'è Di Maio

i più visti
in vetrina
Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news

Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico

Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.