A- A+
Cronache
Giustizia, storica sentenza cadute sui sanpietrini. "Colpa di chi non guarda"

Giustizia, storica sentenza cadute sul pavè. "Colpa di chi non guarda"

Una sentenza del Tribunale di Milano rischia di far giurisprudenza. Le cadute sul pavè non saranno più risarcite. Per il giudice la colpa è di chi non guarda la strada, basta condanne ai Comuni e risarcimento ai pedoni. Cause civili simili finora in linea generale - si legge sul Corriere della Sera - finivano con i giudici che, all’insegna di un concorso di colpa tra persona distratta e amministrazione custode della pavimentazione, spesso condannavano i Comuni a risarcire alcune migliaia di euro. Ma da adesso in poi, salvo casi rari di peculiare insidiosità, di norma chi inciampa nel pavé e si fa male non avrà più un euro dalle cause in Tribunale.

Il pavé - prosegue il Corriere - per il giudice che ha scritto la sentenza, è pavimentazione «per sua natura disconnessa e non uniforme, composta da masselli di superficie non omogenea accostati, contraddistinti anche da naturale usura. E a fronte di una cosa in custodia, connotata da pericolosità manifesta seppur contenuta, l’utente deve rispettare il minimale e generale obbligo di prudenza e diligenza, che consiste nel guardare attentamente dove posa i piedi, così da evitare il pericolo derivante dalla pavimentazione disconnessa».

Commenti
    Tags:
    giustiziacadute pavècadute sanpietrinisentenza cadute pavèstop risarcimenti cadute pavèrisarcimento cadute sanpietrini
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes: il futuro è completamente elettrico

    Mercedes: il futuro è completamente elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.