A- A+
Cronache
Gli abusologi di Bibbiano e altri casi. L'appello nel videoreportage di Affari

Abusologi, nuova forma di santi inquisitori  di provincia: se ne è parlato  sabato , all’ora dell’aperitivo ma con sala strapiena, a un convegno a Cesena, nella profonda Romagna dei Pepponi e dei Don Camillo. Psicoterapeuti, giornalisti, genitori , avvocati si sono  interrogati sul bubbone Bibbiano e sui tanti casi simili che stanno emergendo in Italia. L’occasione è stata la presentazione del libro dei  reporter  Borgonovo-Ressitto (Bibbiano, i fabbricanti di mostri), con   8000 copie vendute in edicola, il tutto nato da una inchiesta vecchio stile di Panorama. Ecco il racconto di tanti falsi  mostri,  sia satanisti   che supposti diavoli,  semplici parroci,  nonni , bidelli e  massaie, messi alla gogna giudiziaria  da psicoterapeuti spesso improvvisati,  alla ricerca di applausi e prebende scientifiche.

Il bubbone di Bibbiano, dunque, ma non solo :  preceduto dal caso  inquietante dei “diavoli della bassa modenese” degno di un film horror.

L’intellettuale Paolo Sensini , organizzatore del convegno, ha  presentato in sala la vittima più illustre  degli Abusologi, il genitore Federico Scotta, dodici anni di carcere per le accuse infondate di un minore.

“Tutto è stato sepolto dalla ideologia: che ha tolti dei figli ai legittimi genitori. Un teorema perseguito dai magistrati :  ma l’abuso che non c’era.” racconta  Rossitto. E legge le carte riprodotte nel suo libro: la platea mormora, incredula.

“Mi fa male il culetto, disse un minore a uno psicologo . E’ così, da frasi banali, che spesso nascono mostruosità giuridicje. 

Papà ti ha fatto carezze sulle farfallina? gli chiedono subito  gli psicologi. Tuo papà ballava nudo?

Un bambino  semplicemente  risponde di no, no, ma altri si  inventavano  tutto.. Oppure un altro   bambino  semplicemente non voleva andare a scuola.  Succede. E  il bambino si inventa il caso di un bidello orco.

Così dei bambini arrivano di notte  in pulmino in un cimitero e lì li stupra il parroco( poi fulminato da infarto nelle braccia  del suo avvocato..). Tutte suggestioni stimolate dagli incauti psicoterapeuti.

Nasce un  processo  che  distrugge la vita per tre anni  di un bidello  del tutto innocente”  .

Ma chi controlla gli  Abusologi? Nessuno.

Merito dei Carabinieri di Bibbiano aver registrato gli assurdi colloquio terapeutici tra quelli in forza a Bibbiano e i bambini della zona. Racconta l’avvocato  Patrizia Micai, difensore di Scotta: “gli psicoterapeuti  spesso manipolano i minori, li suggestionano senza controlli”.

Da vent’anni l’avv. Micai difende  i “ finti diavoli”: “ tutte invenzioni nel caso della bassa modenese. Casi di isteria collettiva. Ecco gli abusologi, che cercano l’abuso dove non c’è. I magistrati  cercano i colpevoli a prescindere, suffragati dagli specialisti.

Tutto nasce spesso  dalle liti di una moglie incavolata, da un divorzio problematico,  del quale i figli sono vittime.

La mia è stata una crociata solitaria. Dopo anni di denunce,  ora il  bubbone Bibbiano è esploso.

Da ventanni  io indago…

Abbiamo  tutti figli , tutti siamo  genitori : parliamo del momento più caro della nostra vita, la famiglia.

E’ stata una protesta popolare. Non ho potuto fare le ferie questa estate a causa delle migliaia di  telefonate di genitori in lacrime a cui hanno strappato i figli…

Io incominciai a interessarmi di questi casi seguendo Scotta. Ero incinta, allora, era il 96, il procuratore mi disse, allarmato per il mio stato : “ma  lei lo sa signora che ci sono dei mostri in questa inchiesta?”

E invece  erano  solo suggestioni di bambini…  chiunque di noi può restarne invischiato. Gli abusologi hanno troppo potere.

Creano mostruosità.

Parliamo allora del  business dei  bambini affidatari, 600 euro al mese  dati alle famiglie….”

Qui si interrompe mentre fioccano, gli applausi.

“ I  bambini di Bibbiano sono i nostri desaparesidos”

UN NUOVO CASO A TORINO

E’ l’avvocato Patrizia Micai a raccontare ad Affari un nuovo episodio inquietante. Non c’è solo Bibbiano.

“ Mi ha telefonato in lacrime  la signora Anna( il nome è di fantasia).Vuole il caso che da bambina fosse stata seguita proprio  a Torino dallo psicoterapeuta Foti. Oggi , a 40 anni di distanza,  si ritrova in quella stessa struttura come imputata. Anna è in ristrettezze economiche. Le hanno tolto la sua bambina perché non ha il denaro per pagarsi il riscaldamento di casa. La  sua bambina è stata affidata ad  un’altra famiglia”.
 

Video reportage:

Gli "abusologi" di Bibbiano. Convegno

 

https://www.youtube.com/watch?v=lcR9_1NvrZY

 

Video interviste:

 

Patrizia Micai, l'avvocato bambinista: un nuovo caso a Torino

https://www.youtube.com/watch?v=DpBzJe87RoA

 

Paolo Sensini: Parla la società civile.

https://www.youtube.com/watch?v=QZ_oUmpyb8E

 

I diavoli della bassa modenese

https://www.youtube.com/watch?v=7j3_jJiQDvY

 

ANTONIO ROSSITTO: 80.000 copie vendute in edicola

https://www.youtube.com/watch?v=2buiCkaaJM8

Loading...
Commenti
    Tags:
    bibbiano abusiabusi bibbiano
    Loading...
    in evidenza
    È morta la moglie di John Travolta 'Due anni di lotta contro il cancro'

    Cronache

    È morta la moglie di John Travolta
    'Due anni di lotta contro il cancro'

    i più visti
    in vetrina
    Meteo estate 2020: l'anomalia che farà paura a fine luglio e agosto. METEO CHOC

    Meteo estate 2020: l'anomalia che farà paura a fine luglio e agosto. METEO CHOC


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Corsa-e: la democratizzazione della mobilità elettrica

    Nuova Opel Corsa-e: la democratizzazione della mobilità elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.