A- A+
Cronache

 

Ilva

La Commissione europea e' pronta ad aprire giovedi' prossimo una procedura di infrazione in materia ambientale contro l'Italia a causa degli scarichi dell'Ilva e della violazione da parte dell'azienda di altre normative ambientali, salvo un dietrofront dell'ultima ora a cui comunque si lavora in questi giorni. "L'Ilva ha violato i limiti di vari permessi ambientali concessi dalle autorita' italiane, e l'Italia non ha monitorato a sufficienza queste violazioni e non ha preso misure adeguate," spiega una fonte della Commissione Ue.

L'apertura della procedura contro l'Italia e' inserita al momento nella lista dei provvedimenti sanzionatori che l'Esecutivo Ue annuncera' giovedi' prossimo nella consueta tornata mensile. Sono ancora aperte pero' le trattative con l'Italia per evitare l'avvio della procedura, fanno sapere dalla Commissione. Lo scorso 30 luglio le autorita' italiane avevano presentato una copiosa documentazione alla Commissione europea per rispondere ai quesiti posti da Bruxelles sulle possibili violazioni ambientali dell'Ilva.

Tags:
ilvacommissione ueinfrazione
in evidenza
Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

Lo scherzo e l'imprevisto

Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.