A- A+
Cronache

Bondi piace alle banche e ai sindacati…chissà perché (sarà il solito odore dei soldi) !!! 12 mesi di mandato, rinnovabili sino a 36…poi i Riva tornerebbero in possesso dell’azienda e del prodotto, questo è in sintesi l’obiettivo del decreto ri-salva-Ilva. L’USB non si fidava dei Riva e non si fida del neo commissario di governo, tanto meno si fida dei sindacati che continueranno a trattare l’argomento e che, oggi, si apprestano a stendere il solito tappeto di rose ai piedi del potente pur di partecipare al “banchetto”. Ricordiamo che la famiglia Riva è da processare per gravissimi reati contro l’ambiente, la salute dei cittadini e dei Lavoratori. E’ inoltre coinvolta in altre truffe e spera di salvare solo i beni di sua proprietà. Facciamo gli avvocati del diavolo e guardiamo un attimo oltre il nostro naso:

-Bondi traghetta per 36 mesi l’azienda, riesce a risanare, produce e poi, così come vuole il ministro Zanonato, restituisce la fabbrica ai Riva…e se prendessero 18 anni di carcere anche loro??? Taranto e i Lavoratori hanno già dato alla famiglia Riva. Hanno già sofferto e continuano a penare l’inferno congegnato da questa proprietà. Hanno già vissuto l’ignobile politica del profitto con il consenso di CGIL-CISL-UIL e politici, pagati per autorizzare il disastro in doveroso silenzio. Mazzette per consentire tutto e di più a chi definisce “una minchiata 2 tumori”…mazzette per sporcare ed inquinare in libertà…mazzette sotto forma di donazioni in favore di pseudo fondazioni onlus per abbandonare i Lavoratori al destino della cassa integrazione, dei contratti di solidarietà, della precarietà. Non vogliamo trattare con un personaggio al soldo dei Riva , propinato da un governo asservito al volere delle banche, lasciamo che lo facciano i soliti “coraggiosi” “campioni” di onestà, loro sanno come trattare il “prezzo” della vita.

Ci piace pensarla come il sindaco Emiliano: “non si può restituire l’arma del delitto nelle mani di chi ha sparato “…”chi ha ferito questo territorio non può essere colui che lo potrà curare”. Il ministro Zanonato dichiara:” la proprietà ,con questo decreto, è stata rispettata”. E al rispetto per i Cittadini, per i Lavoratori, per la salute e per il lavoro, chi ci ha pensato???

Usb Taranto

Tags:
ilvausbtaranto
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.