A- A+
Cronache
"Io, imprenditore lasciato solo. Anche De Magistris mi ha ignorato"

LA LETTERA DI MARIO AL DIRETTORE DI AFFARI ANGELO MARIA PERRINO

Direttore Angelo Maria Perrino, vi scrivo perché seguendo il suo giornale "Affaritaliani.it" ho scoperto in lei una persona professionale quanto umana e credendo molto in voi ho sperato che possiate pubblicare il mio dramma umano-familiare dovuto prima all'affondamento della mia piccola impresa-familiare e poi dall'abbandono totale da parte dello Stato che ho creduto ho votato e ho seguito. La speranza che lei mi dia un po' di spazio sul suo giornale mi stimola ad andare avanti al punto che risento ancora quella linfa che mi dava stimolo per continuare a lottare... Adesso mi scusi se oso sono veramente al capolinea il mio treno non ha più fermate la speranza mi ha portato su un binario morto. Il sangue l'ho buttato tutto e i miei vent'anni per credere al futuro son passati... Sono stato anche a "Quinta Colonna" da Del Debbio. In più ho avuto tramite "Radio Marte" la possibilità di poter parlare con il sindaco De Magistris. Come vede non mi sono fermato ho creduto. Ho sperato. Son rimasto deluso. Oggi Credo che purtroppo in un "Mondo in bianco e nero non riuscirò mai a vedere il colore". Grazie per avermi ascoltato

Mario Di Mauro

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

"Scommetto che se domani mattina mi suicido poi tutti i giornali tornerebbero a parlare dell'emergenza, della crisi e degli imprenditori lasciati soli. Ma perché nessuno ci aiuta finchè siamo vivi?". Mario Di Mauro ha 58 anni e vive a Napoli. Racconta la sua triste vicenda ad Affaritaliani.it: "Ho gestito per 25 anni un'attività commerciale, con la crisi ho dovuto chiudere. Ora sono con le spalle al muro. Ho chiesto aiuto a tutti, anche a De Magistris ma lui mi ha ignorato". Sul sindaco (ormai sospeso): "Ha dimostrato di essere il classico politico. Con lui a Napoli le cose non sono cambiate, di noi comuni mortali non se ne frega mai nessuno..."

LA STORIA - "Ho avuto un'attività commerciale per 25 anni", racconta Mario. "La gestivo a carattere familiare. Poi è arrivata alla crisi ma io ho provato a resistere nonostante le troppe tasse da parte dello stato. Gli incassi si sono dimezzati, ma le tasse sono triplicate. Contributi per i dipendenti, Inail, Inps, Iva, affitti per il locale, luce. Io con 30 kilowatt ero arrivato a spendere mille euro di bolletta al mese. Ho sempre fatto le cose correttamente e poco alla volta mi sono ritrovato con le spalle al muro. Prima di chiudere ho cercato di salvare l'azienda e mi sono personalmente indebitato con le finanziarie".

Ma la chiusura è solo rinviata. "Sono stato costretto a chiudere e restare in debito con la finanziaria che non ho potuto pagare. Ora mi hanno anche fatto un'ingiunzione giudiziaria", continua Mario. "Ora mi ritrovo a 58 anni, con l'azienda chiusa e nessuna prospettiva per il futuro. Lo Stato non mi ha dato nessuna opportunità. Ho chiesto aiuto a tutti: ho parlato con De Magistris, ho scritto alla Fornero, a tutti... Ma niente. Ho persono chiesto la carità, ho perso la dignità di vivere".

Su De Magistris, proprio in questi giorni al centro di un caso politico e giudiziario, Mario racconta: "Non m'ha proprio calcolato. Ha dimostrato di essere il classico politico che se ne frega della povera gente. Le persone oneste che credono nelle istituzioni e sperano che le istituzioni facciano qualcosa per loro restano sempre deluse, ora come prima".  

"Scometto che se domani mattina mi suicido poi giornali e tv parlerebbero di me e di come lo Stato mi ha lasciato solo", conclude Mario, "ma è possibile che nessuno faccia qualcosa prima per aiutare chi è ancora vivo?".

1457766 610238652357751 1941789987 nMario Di Mauro a Radio Marte con De Magistris
 
Tags:
imprenditorenapoli
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.