A- A+
Cronache
In farmacia chiedi la "mascherina 1522", il codice antiviolenza per le donne

"Voglio una mascherina 1522” è la frase che basterà pronunciare al farmacista, per denunciare una violenza domestica e far partire il protocollo di aiuto nei confronti della vittima. L’iniziativa è nata da un accordo tra i centri antiviolenza e la Federazione farmacisti. Dopo aver pronunciato la frase in codice, il farmacista fornirà alla donna informazioni utili e si attiverà per fornirle aiuto. 

Continuano a registrarsi sempre più numerosi gli episodi di violenza domestica nei confronti delle donne. E proprio lo stato di isolamento forzato ha incrementato i casi di violenza, intrappolando le donne nella situazione di subire le violenze dei propri partner, violenze che sfociano talvolta in efferati omicidi. Amnesty International Italia ricorda e invita le donne che subiscono violenza domestica a contattare il numero gratuito 1522, servizio pubblico promosso dalla Presidenza del consiglio e dal Dipartimento per le pari opportunità che offre anche la possibilità di chat per chi non potesse parlare. In alternativa sono disponibili anche i centri antiviolenza della rete Di.Re e di Differenza donna (quest’ultima offre anche sostegno legale). In questo periodo la polizia ha inoltre esteso YouPol, l’app realizzata per segnalare anche gli episodi di spaccio e bullismo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    violenza domesticaquarantena1522 violenza domesticamascherina
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

    In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.