A- A+
Cronache
Disabile prigioniero per 50 anni. "Incatenato nella sua stanza come un animale"

Daniel, un uomo di 51 anni, ha appena potuto uscire dalla sua cella. Disabile, ha vissuto tutta la sua vita in casa, incatenato in una stanza diventata una prigione con tanto di sbarre. Secondo il canale Martinique 1ère, è stata sua madre che, giudicandolo infantile ma anche troppo violento, ha deciso di rinchiuderlo e tenerlo nelle condizioni più degradanti.

Attualmente troppo anziana per occuparsi del figlio, la madre ha incaricato l'altra figlia di andarla ad aiutare a nutrire il fratello nella casa di Lamentin, sull'isola di Martinica. La sorella si è occupata di lui per circa cinque anni ma negli scorsi giorni ha trovato Daniel esageratamente aggressivo e ha deciso di chiamare la polizia.

Daniel è stato ritrovato incatenato in una sorta di cella, legato "come un animale". Le immagini della stanza-prigione fanno rabbrividire: sbarre alle porte e alle finestre, catene intorno ai piedi. Un contesto crudele. Resta da capire perché i servizi sociali, che sapevano dell'esistenza di Daniel, non siano mai intervenuti per far cessare il suo calvario.

Tags:
incatenatodisabile
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.