A- A+
Cronache
Inchiesta Liguria, Toti resta ai domiciliari. Rigettata l'istanza di revoca
Giovanni Toti

Inchiesta Liguria, Toti resta ai domiciliari. Rigettata l'istanza di revoca

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti resta agli arresti domiciliari. Lo ha stabilito questa mattina il tribunale del Riesame. I giudici presieduti da Massimo Cusatti hanno riconosciuto la linea della Procura che aveva ipotizzato per il governatore come fosse ancora presenta il rischio di inquinamento probatorio e reiterazione del reato. Toti si trova agli arresti domiciliari nella sua villa di Ameglia nello spezzino dallo scorso 7 maggio nell’ambito della maxi inchiesta condotta dalla guardia di Finanza per corruzione.

LEGGI ANCHE: Liguria, Toti si affida a Cassese. "Il suo arresto è incostituzionale"

"L'interrogatorio di Giovanni Toti, infarcito da 'non ricordo', non ha brillato per chiarezza e trasparenza. I pretesi accordi corruttivi scaturiscono da puntuali intercettazioni ambientali e telefoniche che hanno cristallizzato i contorni delle accuse". Lo scrivono i giudici del tribunale del Riesame nelle motivazioni con cui hanno respinto l'appello del governatore Giovanni Toti per la revoca degli arresti domiciliari a cui è sottoposto dal 7 maggio. "C'era molto da ammettere, insomma, a fronte di captazioni che restituiscono il quadro di un pubblico amministratore di rango apicale che, nel sollecitare costantemente finanziamenti per il proprio comitato elettorale, conversa amabilmente con gli stessi "finanziatori" di pratiche amministrative di loro interesse per le quali si impegna a intervenire presso le sedi competenti".

Il presidente Giovanni Toti potrebbe reiterare il reato "in quanto ha dimostrato di non aver compreso appieno la natura delle accuse". Le ipotesi di corruzione sono "sorrette da gravi indizi che Toti non ha inteso contestare". E non riguardano "un illecito di natura veniale ove rapportate alle pubbliche funzioni di natura elettiva dal medesimo ricoperte, ma integrano un vulnus tra i più gravi che possano essere inferti al buon andamento dell'azione amministrativa, allo stesso rispetto della volontà popolare e ai diritti dei terzi".

Giovanni Toti "si è mosso come un amministratore di una società privata e non come la figura ideale di un pubblico amministratore che ha voluto delineare nella memoria difensiva". "Non era Toti a delineare i propri piani e a discuterli mediando tra i vari operatori del settore ma era Spinelli (Aldo, anche lui ai domiciliari, ndr) a discutere i 'propri' piani di impresa con il presidente della Regione nel mentre questi gli sollecitava finanziamenti per il proprio movimento politico".

Riesame, impegno Toti a non chiedere soldi sterile presa d'atto

L'impegno di Giovanni Toti di "astenersi da condotte analoghe suona come una sterile presa d'atto della fondatezza di accuse che pure non si è voluto, nell'esercizio delle proprie prerogative difensive, ammettere nel corso dell'interrogatorio". Lo scrivono i giudici del Riesame nelle motivazioni con cui hanno rigettato la richiesta di revoca dei domiciliari. "V'è un'insolubile contraddizione - si legge nel documento - tra la professata 'consapevolezza' di Toti e il suo atteggiamento di rivendicazione di aver agito sempre nell'interesse pubblico: o si sostiene con vigore quest'ultimo, e allora non si vede se non in un'ottica strumentale perché ci si debba coartare fino a promettere di non agire più con modalità di cui si continua a rivendicare legittimità e correttezza - scrivono i giudici - oppure si è capito di avere agito illecitamente, e allora non si vede se non in un'ottica strumentale come si possa affermare, 'nell'ammettere' la materialità dei fatti, che questi non integrano i reati oggetto delle accuse".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.