A- A+
Cronache
Infermiere no vax presenta certificato. L'Asl lo sospende senza stipendio
(fonte Lapresse)

Aveva inviato un certificato firmato dal suo medico di base in cui era segnalato genericamente di non poter fare il vaccino per alcune patologie. Ma niente da fare: per un infermiere no vax in servizio nell'ospedale "Perrino" di Brindisi, già diffidato, è scattata la sospensione senza stipendio dopo aver detto “no”, con altri quattro colleghi, al vaccino anti-Covid nonostante lavorasse in ospedale. E violando l'obbligo di immunizzazione a carico degli operatori sanitari previsto da un decreto legge dello scorso aprile e dalla legge regionale approvata a febbraio.

L'atto porta la firma del direttore generale della Asl di Brindisi Giuseppe Pasqualone. Il caso dell'infermiere sospeso a Brindisi rischia di non restare isolato. Ora sotto i riflettori c'è anche la posizione di altri quattro colleghi del sanitario che già la scorsa settimana, attraverso i loro legali, avevano inviato una lettera alla Asl in cui dichiaravano definitivamente di non volersi sottoporre al vaccino.

 

Commenti
    Tags:
    infermiere no vaxsospensione per rifiuto vaccinoobbligo vaccino medici e infermieri
    Loading...
    in evidenza
    Ronaldo addio, CR7 in quota Psg Tonali-Milan: arriva la Juventus

    Calciomercato news

    Ronaldo addio, CR7 in quota Psg
    Tonali-Milan: arriva la Juventus

    i più visti
    in vetrina
    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...





    casa, immobiliare
    motori
    Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

    Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.