A- A+
Cronache
Influenza A, truffa sui vaccini H1N1. Indagato dirigente Novartis

Perquisizioni da parte dei carabinieri del Nas nelle sedi italiane del gruppo farmaceutico Novartis, a Siena e Origgio. L'inchiesta, coordinata dalla procura della repubblica di Siena, ipotizza una truffa nella fornitura al ministero della Salute del vaccino antinfluenza H1N1.

L'ipotesi di truffa, secondo le accuse, sarebbe legata al risarcimento che nel 2012 lo Stato riconobbe a Novartis dopo che nel 2010 in seguito al cessato allarme pandemia il ministero chiese l'interruzione della fornitura del bacino. Secondo quanto si apprende in ambienti della procura di Siena l'accusa ipotizzerebbe che il risarcimento venne calcolato su base del prezzo fittiziamente gonfiato tra Novartis per un componente essenziale del vaccino. Il meccanismo fraudolento, sempre secondo le accuse, sarebbe avvenuto grazie a sovrafatturazioni tra societa' del gruppo farmaceutico.

Tags:
novartisdirigenteindagatotruffainfluenza
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.