A- A+
Cronache

Era stato nominato commissario liquidatore, ma l'ex toga ha provveduto a firmare un'infornata di nuove assunzioni nella società Sicilia e-Servizi. Antonio Ingroia, infatti, secondo quanto scrive il quotidiano la Repubblica, l'ex pm ha provveduto a firmare "un’infornata di assunzioni che premiano parenti e amici di politici e burocrati vicini a Totò Cuffaro e all’ex ministro Saverio Romano, nella lista c’è pure il genero del boss mafioso Stefano Bontate". "Le colpe dei padri non ricadono sui figli", si difende l'ex toga,a capo della società Sicilia e-Servizi che gestisce il sistema informatico degli uffici e che è finita nel mirino della magistratura e della Corte dei Conti.

Tra i "neoassunti" c'è Filippo Fraccone, ex consigliere comunale di Palermo dell’Udc, Stefano Curaba, presidente del consiglio comunale di Raffadali (il paese di Cuffaro), e Massimo Sarrica, figlio dell’ex capo di gabinetto del presidente della Regione Siciliana. Per i 74 dipendenti è pronto un contratto di 18 mesi.

Tags:
cuffaroingroia
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.