A- A+
Cronache

 

Come ogni estate torna l'incubo meduse. Un pericolo per i bagnanti che troppo spesso non fanno attenzione e poi finiscono al pronto soccorso. Il loro numero è talmente in crescita, che il Foreign and Commonwealth Office britannico (FCO) ha dovuto diffondere un avvertimento – quasi un allarme – per i bagnanti britannici pronti a raggiungere il Mediterraneo. Secono quanto riporta travel.fanpage queste eleganti e fluttuanti gelatine popoleranno per tutte l’estate soprattutto le coste di Grecia, Spagna, Malta, Israele, Libano e Italia.

In particolare, per quanto riguarda il nostro paese, Sicilia e Sardegna. Ogni anno sulle coste del Mediterraneo sono circa 150.000 i bagnanti soccorsi per le bruciature delle meduse. Basti pensare che normalmente questi animali planctonici usano i loro tentacoli per “pungere”, paralizzarle le prede e, infine, mangiarle. Nel caso dell’uomo – specie per gli esemplari delle nostre coste – la puntura della medusa ha una funzione esclusivamente difensiva.

L’effetto della puntura va dal semplice eritema – da medicare con soluzioni a base di bicarbonato di sodio, ammoniaca o aceto – a shock anafilattici, registrati comunque molto di rado in soggetti allergici. Nel Mediterraneo, del resto, non esistono specie mortali di medusa. Un pericolo, quello delle allergie, che comunque porta l’FCO a suggerire ai turisti di parlare con le autorità locali per capire dove fare il bagno.

Tags:
meduseinvasionemare
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.