A- A+
Cronache
Lega, arrestato il responsabile "Terza età": lusso con i fondi per gli anziani
Roberto Messina

Lega, in manette il capo "Terza età" del partito. Fondazioni fantasma e soldi tolti agli anziani

Roberto Messina, capo del dipartimento "Terza età" per la Lega, è stato arrestato ieri. La maxi inchiesta condotta dalla Guardia di finanza ha fatto scattare le manette per nove persone e in tutto ci sono 34 indagati. L'accusa è di truffa e riciclaggio. Imbarcazioni di lusso, case fra Roma e Milano e una girandola di fondazioni fantasma e società vuote. Almeno sei milioni - in base a quanto risulta a La Repubblica - incassati grazie alle sponsorizzazioni delle case farmaceutiche e poi dirottati su carte prepagate o riciclati attraverso fatture false.

Leggi anche: Lega, Vannacci: "Le polemiche ci hanno fatto perdere voti. Ma ora basta"

Le indagini dei finanzieri - prosegue La Repubblica - sono partite dalla denuncia contro la fondazione di Federanziani che dal 2019 al 2022 aveva gestito lo stabilimento Village a Ostia, un bene confiscato. Messina era riuscito ad aggiudicarsi il Village grazie a un dipendente del Senato, poi indagato per traffico d’influenze. Ma la gestione del lido sarebbe stata solo la punta dell’iceberg della rete del 61enne, che usava il "Centro studi economia sanitaria" per raccogliere i soldi dalle case farmaceutiche, anche grazie allo slogan: "Prima i nonni italiani".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.