A- A+
Cronache
Legge una mail sull'aereo. Deve pagare 960 euro

Jeremy Gutsche, un imprenditore canadese, era in viaggio da Londra a Singapore e, ad un tratto, ha controllato la sua casella email, ma gli è costato veramente caro. La Singapore Airlines, infatti, ha deciso di presentare un conto salatissimo a Gutsche: circa 960 euro, nonostante avesse acquistato un pacchetto internet da 30 dollari, circa 24 euro.

"Il manager spiega di aver visitato solo 155 pagine web perlopiù per controllare la posta elettronica - si legge sul Corriere -. Inoltre, la connessione a bordo era "terribilmente lenta", tanto che per caricare una presentazione in PowerPoint (da 4 megabyte) ci avrebbe messo un’ora. Solamente la mail ai suoi colleghi di lavoro, nella quale spiegava che l’invio del documento avrebbe richiesto un po’ di tempo, gli è costata 8 euro. Gutsche spiega di aver dormito durante quasi tutto il volo, ma che mai si sarebbe immaginato di ricevere un conto così salato”.

Tags:
aereo
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.